“Pierfrancesco Favino. Collezionista di anime”, il volume del Festival MoliseCinema alla 77° Mostra d’Arte Cinematografica di Venezia

340

Oggi 4 settembre durante la 77° Mostra d’Arte Cinematografica di Venezia sarà presentato “Pierfrancesco Favino. Collezionista di anime” il volume del Festival MoliseCinema su Pierfrancesco Favino. Il volume, presentato dai curatori Fabio Ferzetti e Federico Pommier Vincelli, contiene saggi critici, testimonianze e approfondimenti inediti sull’attore ed è pubblicato nella collana editoriale di MoliseCinema, edita da Cosmo Iannone Editore. Atteso anche Pierfrancesco Favino.

L’appuntamento è alle 16.00 all’Italian Pavilion dell’Hotel Excelsior e in diretta streaming sul sito www.italianpavilion.it. L’evento è organizzato in collaborazione con il festival Giornate della Luce di Splimbergo. Per accedere è necessario prenotarsi inviando una mail a: [email protected]

Attore dell’anno, fresco del David di Donatello per la sua interpretazione ne Il Traditore di Marco Bellocchio, Favino è appena stato nominato tra i nuovi membri degli Academy Award, la prestigiosa giuria degli Oscar. Il libro ne ripercorre la carriera attraverso 11 saggi critici e le testimonianze di registi e colleghi. Tra queste un testo di Marco Tullio Giordana e interviste a Marco Bellocchio, Giuliano Montaldo, Ferzan OzpetekKasia Smutniak e Maria Sole Tognazzi.

Gli 11 saggi, che analizzano la vasta filmografia dell’attore, sono firmati da: Pedro Armocida, Elisa Battistini, Matteo Brighenti, Daniele Brogi, Francesco Castelnuovo, Alberto Crespi, Federico Gironi, Federico Pedroni, Federico Pontiggia, Ilaria Ravarino, Ermanno Taviani.

Il volume è completato da un’ampia e appassionante conversazione con i curatoriin cui lo stesso Favino racconta se stesso e la sua idea di cinema, con ricordi, aneddoti, retroscena sui film interpretati e riflessioni sul ruolo dell’attore, sul rapporto con i registi, sulla storia italiana raccontata attraverso le sue interpretazioni. Da Il Traditore a Hammamet, vere e proprie “biografie di una nazione”, ai film corali, dai personaggi della Roma più oscura alle commedie, le pagine del libro ripercorrono una carriera lunga e variegata.

Dopo il libro su Elio Germano e quello su Alba Rohrwacher, MoliseCinema continua a esplorare il mondo degli attori, con un viaggio attraverso la carriera di uno tra più talentuosi, eclettici e versatili interpreti del cinema italiano.

In un anno complesso come questo, a causa della pandemia, MoliseCinema si è svolto dal 4 al 9 agosto a Casacalenda, ottenendo un grande successo e nel rispetto delle norme anti-Covid. Diretto da Federico Pommier Vincelli, il Festival è organizzato dall’Associazione MoliseCinema. Promosso da Regione Molise e Comune di Casacalenda, ha il patrocinio e il contributo della Direzione Cinema del Ministero per i Beni e le Attività Culturali. 

Commenti Facebook