Montenero che Rinasce: dialoghiamo solo sulla base dei programmi per Montenero

262

La crisi arriverà dopo l’estate e si abbatterà con forza sulle zone più fragili del Paese, tra le quali rientra il territorio di Montenero. Sappiamo delle grandi difficoltà del settore manifatturiero locale e dell’indotto dell’auto, entrambi pilastri del nostro tessuto industriale. Seguiamo con preoccupazione le notizie che ci arrivano sulla probabile chiusura di un forno della Pilkington, così come siamo attenti a tutte le situazioni che potrebbero avere effetti negativi sui livelli occupazionali: dalla Denso alla Sevel, dalla Honda alla FCA.


Per queste ragioni abbiamo dichiarato, e lo riconfermiamo, della necessità di attrezzare una forza di unità comunale in grado di mettere insieme le migliori esperienze e tutte le persone di buona volontà che vogliano impegnarsi per la rinascita di Montenero, anche oltrepassando i tradizionali schemi della politica.


Leggiamo della costituzione di un gruppo civico, Cambiamo Montenero, che sarebbe intenzionato a dialogare con le altre forze esistenti che si contrappongono all’esperienza dell’amministrazione Travaglini. Apprendiamo dalle loro dichiarazioni pubbliche come ci siano elementi programmatici che riteniamo utili per affrontare la crisi e rimettere Montenero sui giusti binari. Punti che in parte sono già presenti nella nostra piattaforma programmatica.


Per quanto detto siamo disponibili ad aprire un dialogo, così come lo saremo con qualsiasi altra forza civica che volesse costituirsi, chiarendo che, l’unica strada percorribile per avere un confronto sarà quella che parta dai programmi amministrativi, dalla discontinuità e dal rinnovamento. Non siamo disponibili a divisioni di poltrone o peggio ancora ad accordi di potere. L’unica cosa che ci interessa è provare a ragionare di programmi che migliorino la vita dei cittadini e risollevino Montenero dalle secche che la tengono bloccata da troppo tempo.


Francesco Borgia
Partito Democratico
Gianluca Monturano
Montenero Bene Comune
Nicola Palombo
Costruiamo il Futuro

Commenti Facebook