Mobbing al Comune di Isernia- Depositato l’esposto alla Corte dei Conti e alla Procura della Repubblica

220

Riceviamo e pubblichiamo
A seguito della Sentenza della Corte d’Appello di Campobasso n. 201/2018, divenuta irrevocabile, il Comune di Isernia ha dovuto risarcire l’ex Responsabile del Servizio della Polizia Municipale, della somma di Euro 73.483,80, incluse le spese legali, per aver condotto una illecita attività di Mobbing nei confronti del lavoratore negli anni tra il 2002 ed il 2010, cioè sotto la gestione della Giunta Melogli.
Orbene, abbiamo ritenuto che non sia giusto far ricadere sulla collettività tale risarcimento, per cui abbiamo sostenuto il dipendente danneggiato nel produrre esposto ben dettagliato ed argomentato alla Procura Generale della Corte dei Conti perchè accerti se vi siano responsabilità per danno erariale da parte dei singoli esponenti dei vertici comunali dell’epoca, così da far risarcire il Comune di Isernia della predetta somma che ha dovuto esborsare a causa delle dette condotte illecite.
Sulla stessa vicenda è stata informata anche la Procura della Repubblica di Isernia per gli eventuali aspetti penali, che, se del caso, il Comune potrà costituirsi parte lesa unitamente al dipendente mobbizzato.
Ovviamente saranno i suddetti organi aditi a verificare la sussistenza delle responsabilità individuali dei vertici comunali dell’epoca, fermo restando che è stata comunque definitivamente accertata la persistente attività vessatoria di Mobbing condotta per anni contro il dipendente scomodo per il potere comunale dell’epoca.
Lasciamo alla popolazione locale ogni giudizio su tale vicenda sul piano etico e sociale.

ASSOCIAZIONE FIADEL – FED. PROV.LE ISERNIA

ASSOCIAZIONE CONTRO ILLEGALITA’ E MAFIE A. CAPONNETTO

IL PARTITO COMUNISTA DEI LAVORATORI – ISERNIA

Commenti Facebook