Medicina del lavoro, Prevenzione e Sicurezza nelle aziende, la proposta dell’Amies a Governo e Confindustria albanesi

752

L’associazione AMIES è diventata punto di raccordo tra le imprese italiane e l’Albania. In questa fase la strategia sviluppata è quella di offrire alle Istituzioni governative e alla Confindustria albanesi una piattaforma di servizi alle imprese che possano favorire il loro adeguamento progressivo   agli standard organizzativi e qualitativi che il Paese deve raggiungere dopo aver ottenuto il riconoscimento di candidato all’ingresso nell’Unione Europea. Quindi, dopo gli accordi assunti nell’ambito delle certificazioni di qualità con l’IMQ-Istituto Marchio di Qualità, la proposta AMIES al Governo e alla Confindustria albanesi ha riguardato l’organizzazione di un efficiente sistema per la Medicina del lavoro e la Prevenzione e la Sicurezza nelle aziende. Per sviluppare questo progetto si è scelta la collaborazione di uno degli istituti di Medicina del Lavoro e Sicurezza italiani più accreditati e con più di trenta anni di esperienza nel settore. Si tratta del Centro Clinico Milanese che nasce nel 1981 come Centro Ramazzini e poi assume la denominazione attuale nel 2004. Il Presidente AMIES Maria Grazia D’ Adante e il Presidente Onorario AMIES dott. Alberto Montano insieme agli altri componenti del Direttivo AMIES e ai responsabili del Centro Clinico Milanese  hanno nei giorni scorsi avuto incontri qualificati con i dirigenti del Ministero della Salute, con il Ministero del Lavoro e con l’Alto Ispettorato del Lavoro per illustrare e condividere il progetto di sviluppo organizzativo e di formazione presentato. I Ministeri interessati hanno positivamente accolto le proposte fatte dall’ AMIES e dal Centro Clinico Milanese e nei prossimi mesi il progetto verrà sviluppato e realizzato in stretta collaborazione con le istituzioni preposte. Grande soddisfazione è stata espressa dal direttivo AMIES per il buon lavoro che si sta svolgendo in un Paese come l’Albania che sempre più diventa frontiera di un Italia che sa esportare all’estero modelli organizzativi ed esperienze di eccellenza. Questo grazie anche alla volontà e alla determinazione di associazioni come l’AMIES che nascono nella più piccola regione d’Italia ma che sanno confrontarsi senza timori con realtà molto più grandi ed evolute

Commenti Facebook