La via Francigena nel Sud come volano di sviluppo: si parte da Isernia

1023

Grazie alla Presidente della Commissione Cultura presso il Parlamento Europeo, l’on.le Silvia COSTA, ed all’interessamento ed il lavoro svolto in sinergia con l’Ufficio da ella presieduto da parte di molti volontari “ del Tursimo e della Cultura Molisani “, quali Maurizio Varriano, Franco Valente, le decine di amministrazioni Comunali che hanno sposato il grande progetto del riconoscimento della Via Francigena nel Sud, da Scapoli ad Isernia per terminare a Sepino passando per Bojano, all’ex Giunta Regionale presieduta da Michele Iorio e dall’allora Presidente del Consiglio Regionale Mario Pietracupa con non ultimo interessamento dell’attuale assessore Massimiliano Scarabeo e del presidente del Consiglio Vincenzo Niro, degli amici Laziali Walter Di Paola, sino ai pugliesi Enzo Dota, Michele del Giudice, camminatore simbolo della via Francigena , Federico Croce, cartografo, della Società geografica Italiana con a capo il segretario generale Bozzato, il Molise è entrato a tutto tondo nel tratto che vede la costituzione del più grande itinerario culturale d’Europa e del Mondo : La via Francigena da Canterbury a Gerusalemme.
A capo del progetto Molisano il Comune di Isernia,  che, il 7 maggio, rappresentato dai consiglieri Bice Antonelli e Edmondo Angelaccio, unitamente a Maurizio Varriano ed Enzo Dota, in rappresentanza della Rete del Mediterraneo, ha visto riunirsi presso il Punto di Ascolto della sede del Parlamento Europeo a Roma di via IV Novembre, ospiti dell’on.le Silvia Costa e del suo staff, per fare il punto della situazione in vista dell’incontro premiante che si terrà in Lussemburgo a settembre per poi replicare lo stesso proprio ad Isernia dove saranno presenti i rappresentanti delle regioni e delle nazioni coinvolte nell’itinerario.
Un incontro di quasi due ore per porre in cantiere una serie di progetti atti alla valorizzazione delle bellezze storico-artistiche ed ambientali della nostra regione, partendo dalla via Francigena per approdare al Paleolitico passando per i siti archeologici ed i Borghi Molisani, all’intero territorio che, per bellezza e completezza di elementi storico culturali, ha entusiasmato l’On.le Silvia Costa che da decenni si interessa attivamente e fattivamente del territorio italiano con una particolare attenzione alla via Francigena ed al nostro straordinario Sud.
Raccogliendo in maniera entusiastica l’invito in Molise da parte dei rappresentanti del Comune di Isernia, ha accolto con grande ammirazione e gratitudine, l’istituzione della giornata del pellegrino che si terrà a Rionero Sannitico nella giornata dell’ 8 agosto di ogni anno e che vedrà ospiti i camminatori simbolo delle vie dei pellegrinaggi Italiani ed Esteri.
A sostenere l’iniziativa il Parlamento Europeo che apporrà il proprio sigillo alla manifestazione , la Rete del Mediterraneo, la Provincia di Isernia, la Provincia di Campobasso, la Rete dei Cammini Europei, Cammina Cammini, le Associazioni pro frangigena, i parlamentari che qualche anno fa, lo ricorderete, istituirono proprio il gruppo parlamentare Pro Francigena con la senatrice Paola Pelino, l’allora on.le Sabrina De Camillis, l’on.le Fitto, Adriana Polibortone,  Silvia Costa, l’on.le De Luca, Pecoraro Scanio ed altri in maniera attiva e trasversale.

Commenti Facebook