La tratta Roma-Campobasso tra le peggiori d’Italia. La minoranza presenta mozione a Frattura

496

fusco perrellaI disservizi sulla rete ferroviaria Campobasso – Roma sono diventati un ‘liet motiv’. I pendolari (lavoratori e studenti) sono esasperati. Rallentamenti, disagi, vagoni stracolmi, impianti di aerazione funzionanti a singhiozzo sono solo alcuni degli esempi che ormai con cadenza sistematica ‘accompagnano’ il lungo viaggio verso la Capitale. Ed i cittadini, naturalmente, protestano  chiedendosi quado finirà la loro odissea. Nella giornata di ieri l’Assessore regionale ai trasporti Pierpaolo Nagni ha incontrato il dirigente regionale di Trenitalia per Abruzzo e Molise. Nel frattempo anche la minoranza in consiglio regionale si è ‘messa in moto’: presentando una mozione al Presidente della Regione, Paolo di Laura Frattura (prima firmataria il consigliere Angiolina Fusco Perrella).

“Bisogna avere rispetto dei diritti delle centinaia e centinaia di persone che fanno uso di questa linea – si legge nella nota – Nell’ambito della campagna “Pendolaria”, promossa da Legambiente, la tratta Roma-Isernia-Campobasso è stata inserita tra le peggiori d’Italia, sottolineando come i treni siano sempre più affollati, in ritardo e con le solite vecchie carrozze; rispetto al 2009 le risorse per il trasporto pubblico sia su ferro che su gomma messe a disposizione dallo Stato sono diminuite del 25%; in riferimento al “Regionale veloce 2331 Campobasso – Roma” delle 6,55, nell’ultima settimana ci sono stati gravi disagi per i viaggiatori, visto che il 28 e il 29 gennaio ha accumulato più di un’ora di ritardo, e il 30 gennaio trentasei minuti di ritardo, senza dimenticare il viaggio di sei ora del 04 novembre 2013 per il treno in partenza da Roma delle 17,35. Per questo – continuano i consiglieri – osservato che l’Assessore Nagni ha preso posizione nei confronti dei continui disagi relativi alla tratta Roma-Campobasso (prendendo l’impegno di farsi “parte attiva con Trenitalia, puntando sulla comprensione e l’intelligenza dei nostri interlocutori, al fine di raggiungere livelli che siano quantomeno decorosi in merito alla mobilità su ferro che dalla capitale porta in Molise”) chiediamo al Presidente della Giunta Regionale del Molise Paolo di Laura Frattura di attivarsi presso i vertici di Trenitalia S.p.A. in modo da mettere in atto interventi mirati che tutelino i diritti dei viaggiatori che quotidianamente usufruiscono della tratta ferroviaria, cercando di eliminare i disagi e i disservizi che si riscontrano continuamente; e di prendere in considerazione la revisione del Protocollo di Intesa stipulato tra la Regione e Trenitalia S.p.A.”.

Angiolina Fusco Perrella
Nicola Cavaliere
Nico Romagnuolo
Giuseppe Sabusco
Salvatore Micone

Commenti Facebook