Don Jose’ Lopez è il nuovo sacerdote di Cantalupo e Roccamandolfi

1774

Don Jose’ Lopez, spagnolo di Barcellona, già parroco di Spinete, è il nuovo sacerdote di Cantalupo e Roccamandolfi. L’insediamento è stato ufficializzato domenica 16 novembre u.s., da padre Giancarlo Bregantini, arcivescovo di Campobasso-Bojano, ricevuto dal sindaco Biondi, dall’amministrazione e da tanti ragazzi in festa. Mai la cattedrale di San Salvatore è stata così piena di fedeli. Nei prossimi giorni don Josè, che conosciamo da molto tempo, farà la conoscenza dei suoi parrocchiani, nessuno escluso. Sarà tra la gente e con la gente, soprattutto per riportare serenità, di cui il paese ha bisogno. E con particolare attenzione ai ragazzi e al ritorno di quanti, per vari motivi, preferivano le chiese limitrofi per ascoltare il Vangelo. Assistenza morale e spirituale verso chi ne ha bisogno sarà la sua filosofia pastorale. A don Josè è stato offerto un party presso le scuole del centro, con grande partecipazione di pubblico. ”C’è molto da fare, c’è molto da lavorare, c’è molto da ripristinare. E’ il mio dovere di sacerdote” ci ha detto. Crediamo di aver capito che al Patrono di Cantalupo, San Salvatore, saranno restituiti gli onori che Gli spettano. Con immenso piacere abbiamo rivisto, finalmente al suo posto, l’altare minore, una tavola molto bella. E con il primo ”tocco” è stata migliorata e di molto l’acustica della cattedrale. Si, il nuovo parroco dovrà lavorare parecchio, nel tempo, per ridare lustro alla parrocchia. Con l’approssimarsi del Natale, soprattutto per rendere calda la struttura sacra, un contributo, soprattutto d’oltralpe e d’oltreoceano sia necessario. Si aspetta ora il ritorno del Vesvovo Metropolita Bregantini che il 14 dicembre impartirà il Sacramento della Cresima ad una trentina di ragazzi. Buon lavoro don José. A don Gerardo Gennarelli, che lascia la parrocchia dopo circa dodici anni il grazie e gli auguri dell’intera comunità cantalupese e nostro personale.

Commenti Facebook