Di Giacomo: Chi tutela i cittadini del Basso Molise?

551

I recenti problemi di non potabilita’ dell’ acqua nel Basso Molise, con tutte le domande e i lati oscuri che si è’ portato dietro, ha rappresentato certamente un possibile attentato alla salute dei cittadini.
Probabilmente per giorni, prima che venissero eseguite le indagini chimiche e fisiche e prima che venissero emesse le ordinanze di divieto dell’ uso dell’ acqua per fini alimentari ( e addirittura per l’ igiene personale!), 100.000 molisani hanno bevuto acqua inquinata.
Come e’ possibile che ciò avvenga?
Perché tutta quella quantità’ di ipoclorito per renderla potabile?
Chi è’ deputato alla gestione degli impianti di potabilizzazione dell’ acqua dell’ invaso del Liscione?
In quali condizioni si trovano gli impianti stessi, e gli addetti sono abilitati a questa funzione?
Sarebbe doveroso che gli organi competenti e di sorveglianza ( Asrem, Arpa, NAS ) si adoperassero per fare piena luce su quanto è’ accaduto, in modo da tranquillizzare i Molisani ed evitare che in futuro si abbia paura di bere l’ acqua del Basso Molise.
Sen. Ulisse di Giacomo

Commenti Facebook