Cucina e dintorni/ La gastronomia diventa ‘mobile’

265

di Stefano Manocchio*

Il mondo sta cambiando e anche velocemente; il villaggio diventa sempre più globale e gli spostamenti sono all’ordine del giorno. Ci si muove per lavoro, per divertimento, ma anche per mangiare. La gastronomia si adegua e modifica il concetto di ‘location’; questa non è più solo un punto fisso (il ristorante) ma diventa ‘mobile’, cioè si sposta in parte verso il cliente.

Il primo esempio, datato, è il catering: il ristorante va dal cliente, ma non è più l’unico esempio di logistica applicata alla ristorazione.

Ci sono le prenotazioni online, l’asporto, il servizio a domicilio, i ‘food track’ e le pagine sui social e la presenza sui blog.

Qualunque punto di ristorazione che si rispetti deve prevedere, oltre al luogo caratteristico ed alla cucina di qualità, anche il servizio mobile, perché proprio sulla logistica si combatterà la sfida del futuro.

LA RICETTA DELLA SETTIMANA. Sagne al ragù di copertella. Preparare ragù di copertella di vitella e le sagne a ‘pezze’ e lessarle in abbondante acqua salata, disporre sul fondo di una ‘spasa’ alcuni mestoli di ragù di copertella di vitella e formaggio a scaglie o grattugiato, preferibilmente pecorino, quindi aggiungere le ‘pezze’ di sagne appena scolate coprendole con il ragù e il formaggio.

  • giornalista appassionato di cucina
Commenti Facebook