Cucina e dintorni/ Chef e pubblicità, porre un limite invalicabile

318

di Stefano Manocchio
La discussione sul tema è stata avviata ed inizia anche a prendere forma in chiave anche polemica. La domanda è se sia giusto che chef super pagati, arbitri in competizioni pubbliche con l’uso del mezzo televisivo poi sponsorizzino prodotti (non sempre alimentari) come protagonisti di spot televisivi. Qualcuno di loro ha preso le distanze dall’iniziativa, altri hanno sacrificato la presenza televisiva in favore della pubblicità, altri ancora hanno continuato a tenere ‘il piede in due staffe’, non senza suscitare polemiche in dibattiti pubblici.
Il discorso poi si è evoluto così: può lo chef stellato, che in televisione punisce chi non usa materie prime eccellenti, tecniche sopraffine per arrivare ad una cucina genuina e di livello, andare in televisione (sempre attraverso pubblicità) e propagandare le patatine industriali in busta, i pomodori in scatola, i formaggi confezionati ed altro ancora? Io sono dalla parte di quelli che reputano il dualismo di fatto ‘incompatibile’: se si sceglie il guadagno pubblicitario, bisogna lasciare ad altri il ruolo di giudice-arbitro in trasmissioni e gare gastronomiche che mirano all’altissima qualità delle pietanze e delle lavorazioni o, in ultima spiaggia, pubblicizzare solo prodotti al top di gamma a livello gourmet (selezioni gastronomiche molto forti, materia prima di altissima qualità, marchi assolutamente certificati e di fascia particolarmente alta.
Come andrà a finire già è risaputo: la polemica a breve si smorzerà e tutto rimarrà immutato.

LA RICETTA DELLA SETTIMANA. Tacconelle al sugo di baccalà. Una volta realizzate le tacconelle, far soffriggere in un tegame di terracotta a fuoco lento la cipolla con olio, poi unire le olive e dopo pochi minuti aggiungere il baccalà, mescolando lentamente, poi aggiungere pomodori privati dei semi e passati al setaccio, salare leggermente e far cuocere per un’ora a fiamma bassa a recipiente coperto. Scolare le tacconelle al dente e condirle con il sugo di baccalà; guarnire con i pezzi di baccalà e prezzemolo fresco.
*giornalista appassionato di cucina

Commenti Facebook