Convegno sull’abbazia di San Vincenzo al Volturno all’Università del Molise

726

svincvoltunivIl 22 novembre, alle ore 15,30, nell’Aula Magna dell’Università degli Studi del Molise, si terrà un incontro – convegno sull’abbazia di San Vincenzo al Volturno. L’evento è stato organizzato in occasione della pubblicazione di due ponderosi volumi, editi dalla Volturnia Edizioni di Cerro al Volturno con il concorso dell’Istituto Regionale per gli Studi Storici del Molise (IRESMO), nell’ambito della collana “Studi Vulturnensi” diretta dal prof. Federico Marazzi, che da molti anni conduce gli scavi all’interno del grande sito monastico. Il primo volume contiene la preziosa traduzione italiana del Chronicon Vulturnense, la cronaca del XII che narra la storia del monastero di San Vincenzo;

il secondo invece raggruppa tutti i principali studi apparsi sulla cripta dell’abate Epifanio che, con il suo ciclo di affreschi del IX secolo, costituisce forse il gioiello più importante presente all’interno del complesso archeologico. Molti di questi studi, condotti da alcuni dei maggiori storici dell’arte medievale del XX secolo, sono apparsi in pubblicazioni oggi
assolutamente introvabili e, per alcuni di loro, il volume propone per la prima volta la traduzione italiana, con l’obbiettivo di renderli accessibili al pubblico più vasto possibile. Sono stati chiamati a discutere di queste due importanti pubblicazioni il prof. Alessio Monciatti, docente di Storia dell’Arte Medievale presso l’Ateneo molisano, e la prof.ssa Giulia Orofino, docente della stessa materia presso l’Università di Cassino e del Lazio Meridionale. Il prof. Federico Marazzi concluderà la serie delle relazioni scientifiche con un ragguaglio sulle più recenti ricerche in corso presso il sito dell’abbazia, alle quali l’IRESMO sta fornendo un decisivo apporto, con il sostegno dato al progetto di edizione delle carte inedite dell’archivio di Vincenzo Federici, lo studioso che, nella prima metà del XX secolo, pubblicò l’edizione critica del testo del Chronicon Vulturnense. Alla manifestazione è prevista la presenza delle più importanti autorità politiche regionali (sono previsti interventi del Presidente della Giunta, Paolo Di Laura Frattura, e del Presidente del Consiglio Regionale, Vincenzo Niro), del nuovo Rettore dell’Università del Molise, prof. Palmieri, del Direttore Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici del Molise, dr. Famiglietti, e del nuovo Presidente dell’IRESMO, avv. Angiolini. L’incontro, promosso dall’IRESMO, costituirà quindi una preziosa occasione per una riflessione più generale sul futuro di questo importantissimo complesso monumentale, che rappresenta l’area archeologica più vasta e importante – a livello europeo – per i secoli del primo Medioevo, all’interno del sistema dei Beni Culturali nel Molise.

IRESMO
Istituto Regionale Studi Storici del Molise
Via Milano Palazzo ex GIL (Campobasso)

Commenti Facebook