Chiesto rinvio a giudizio per l’ex questore di Campobasso Pozzo e per l’ex capo di gabinetto Giuliana di Laura Frattura

954

Il sostituto procuratore Nicola D’Angelo ha chiesto il rinvio a giudizio per l’ex questore di Campobasso Gian Carlo Pozzo e per l’ex capo di gabinetto della questura, Giuliana di Laura Frattura, sorella del governatore Paolo Frattura. La vicenda è quella relativa all’inchiesta sulle rivelazioni fatte a due poliziotti dell’ufficio immigrazione che erano sottoposti a indagini. Per Pozzo la procura chiede il processo per i reati di rivelazione di segreto d’ufficio, tentato favoreggiamento e abuso d’ufficio. Per la Frattura la richiesta riguarda invece solo la rivelazione di segreto d’ufficio, mentre è stato archiviato l’altro capo di imputazione nei suoi confronti, quello relativo alla falsa testimonianza. L’udienza preliminare si terrà il prossimo 28 gennaio.
Secondo l’accusa (i fatti si riferiscono alla primavera dello scorso anno) Pozzo avrebbe informato la Frattura delle indagini in corso sui colleghi Vittorio Ciarlo e Francesco De Bernardo (quest’ultimo attualmente consigliere comunale a Campobasso). La Frattura avrebbe poi rivelato quanto stava accadendo, notizie coperte da segreto istruttorio, ai due diretti interessati. Il solo Pozzo è inoltre accusato di aver promosso, o comunque consentito, un incontro nel suo ufficio tra De Bernardo e il capo della Squadra Mobile Raffaele Iasi, che portava avanti le indagini.(ANSA)

Commenti Facebook