Carote, antiossidanti e amiche della pelle: perchè aumentare il consumo

1114

Il nome scientifico della carota è Daucus carota ed è una pianta erbacea originaria delle zone temperate europee. Le carote appartengono alla famiglia delle Ombrellifere, così chiamate perché formano delle infiorescenze a forma di ombrello. A questa famiglia appartengono anche i finocchi, il prezzemolo, il sedano, il cumino e l’aneto.
Carote: proprietà e benefici I numerosi nutrienti presenti, conferiscono alle carote proprietà particolarmente utili al benessere della vista, del cuore, della pelle e dell’apparato digerente. Le carote sono inoltre note per il loro alto contenuto in beta carotene, un pigmento vegetale che non a caso prende il suo nome proprio da questo ortaggio, da cui è stato isolato per la prima volta. Il beta carotene è un composto antiossidante che contrasta la produzione dei radicali liberi, responsabili dell’invecchiamento cellulare. Inoltre nell’organismo esso viene convertito in vitamina A, indispensabile per molte funzioni biologiche quali, ad esempio, la visione, il differenziamento cellulare durante lo sviluppo embrionale, la funzionalità ovarica e testicolare, lo sviluppo delle ossa.

Le carote esistono di tanti colori: gialle, rosse, bianche arancioni, nere e viola.
-Carota arancione: è ricca di vitamina A;
-Carota viola: è ricca di polifenoli, flavonoidi, antocianine ed antiossidanti;
-Carota gialla: contiene soprattutto luteina;
-Carota rossa: è ricca di licopene;
-Carota bianca: è un ottimo antitumorale;

Proprietà e Benefici delle Carote
Calorie: Limitato apporto energetico; circa 33kcal ogni 100g
Vitamina A: La Carota è un’ottima fonte di Provitamina A (betacarotene). 100g di carote coprono il fabbisogno giornaliero di Vitamina A.
Vitamina C: Le Carote sono anche molto ricche di Vitamina C. La cottura ne provoca una notevole dispersione e per questo è vivamente consigliabile mangiarle crude.
Minerali: Le Carote hanno un buon quantitativo di potassio, calcio, magnesio e ferro.
Fibre: Particolarmente ricche di fibre: pectina, lignina e cellulosa.
La ricchezza di minerali, conferisce alla carota la proprietà di contrastare gli effetti acidificanti di carne, pesce e degli alimenti ricchi di amido.

Le Carote in Tavola

Ma qual è il modo ideale per consumare la carota? Siamo soliti pensare che le verdure vanno consumate crude, pena la perdita dell’efficacia di molte sostanze e dei loro benefici, tra cui le vitamine. E’ esatto, soprattutto per quanto riguarda la vitamina C che con il calore si distrugge facilmente. Ma le carote riservano qualche sorpresa. Infatti il beta-carotene sopporta il calore e una breve cottura non è in grado di distruggerlo, anzi ne favorisce l’assimilazione, in quanto, divenendo i tessuti vegetali più morbidi, vengono trattati più facilmente dal nostro apparato digerente.

Quindi tramite una breve cottura, senza esagerare, otteniamo una più facile assimilazione del beta-carotene e dei suoi benefici.

L’assunzione alimentare ideale è rappresentata dal succo di carota fresca, anche mescolato al latte per potenziarne le proprietà depurative.

Vanno anche bene le carote crude come spuntino o aggiunto ad un piatto di altri alimenti crudi, oppure le carote lesse in pochissima acqua e condite con olio d’oliva extravergine ed erbe aromatiche.

Le carote e i dolci:

Torta di carote: Ingredienti
– 325 gr. di farina
– 350 gr. di zucchero
– 120 gr. di burro
– 400 gr. di carote
– 2 cucchiai di cannella
– 4 uova
– 1 bustina di lievito
– 60 gr. di uvetta (o pinoli, mandorle..)

Preparazione:
Sbattete le uova con lo zucchero e, successivamente, aggiungete il burro ammorbidito fino a formare una crema.

Aggiungete al composto la farina ed il lievito setacciati, le carote grattugiate finemente, l’uvetta e la cannella.

Mescolate bene ed infornate a 150° per 45 minuti circa.

Lasciare raffreddare bene prima di sfornare il dolce.

Commenti Facebook