Bojano/ ‘Music’arte’, ospita Claudio Luongo

129

Riceviamo e pubblichiamo (comunicato del 01.10.2018

Musica o arte, di quale delle due non potremmo fare a meno? il 3 ottobre alle 20.30 tutti a Palazzo Colagrosso: artisti, poeti, musicisti, appassionati, gente comune a raccontare la propria esperienza. Ci saranno il critico Petrecca e il prof. Frisari. Condotto da Maurizio Varriano e Romina Nocera, il Salotto di Molise Noblesse si fa internazionale con il Movimento per la Grande Bellezza di una piccola regione. Una serata ricca di eventi e personaggi noti tra cui il Maestro Claudio Luongo, autore delle Grandi Sigle Rai“Geo&Geo” “Uno mattina”, Mi manda Rai 3”, “Linea blu”. In Sala Gennaro Petrecca, critico d’arte e gallerista isernino, la cantante Grazia De Gregorio e la nota musicista Luciana Patullo, i ragazzi del Servizio Civile Turchese. Ingresso gratuito e aperto a tutti. Biglietto unico per entrare: un libro in bella vista!

Claudio Luongo, autore Grandi Sigle Rai, “Mi manda Rai 3”, “Geo e Geo” “Uno mattina”, “Linea blu”; una lunga carriera che passa anche attraverso la colonna sonora del film “Vitriol” e dei jingle dei più noti spot pubblicitari, sarà l’ospite d’onore del Salotto Letterario Umdi di ottobre “Music’Arte“, che ha per sottotitolo la frase di Salvador Dalì: “L’arte è fatta per disturbare, la scienza per rassicurare. ” Una vera e propria Tavola Rotonda tra i seguaci di Erato, Euterpe, Calliope, Thalia, organizzata da Centro Studi Agorà, dal quotidiano internazionale UMDI Un Mondo d’Italiani diretto da Mina Cappussi, Aitef, Ippocrates, Servizio Civile Nazionale, Casa Molise, Comune di Bojano Assessorato alla Cultura, per Molise Noblesse, il Movimento per la Grande Bellezza di una piccola Regione.

L’appuntamento mensile con i Salotti della Cultura è previsto per mercoledì 3 ottobre, alle 20.30, nello storico Palazzo Colagrosso, aula universitaria in piazza della Vittoria a Bojano. “Porta un libro e tornerai con un’idea!” il motto della manifestazione ideata da Mina Cappussi, divenuta ormai un appuntamento mensile con la cultura, la letteratura, la filosofia, la poesia, la ricerca interiore, con la sua scatola magica da cui pescare pensieri, frasi, scritti e versi. La serata, condotta da Maurizio Varriano (Borghi d’Eccellenza) e Romina Nocera (redazione UMDI) vedrà la partecipazione straordinaria di Gennaro Petrecca,critico e collettore d’arte, nonché gallerista isernino, rinomato ben oltre i confini regionali e nazionali, con il prof. Giulio de Jorio Frisari a rappresentare il prestigioso Istituto Italiano Studi Filosofici. Una formula originale, quella del Salotto, che si rifà ai Salotti Letterari passati alla Storia, con l’obiettivo dichiarato di discutere dei più svariati temi, per far circolare le idee e la cultura.

Dopo i saluti istituzionali della prof.ssa Clementina Columbro, Assessore alla Cultura del Comune di Bojano, ci introdurrà nel vivo dell’argomento Mina Cappussi, Giornalista e direttore del quotidiano Umdi, docente Roma Tre, Counselor, nonché artista, di recente insignita del Premio alla Cultura Luvio Valerio Pudente al XXX Histonium, riconoscimento che ogni anno individua un personaggio che dovrà rappresentare la Cultura Italiana nel mondo. Interverranno, per parlare del significato dell’arte e di quanta parte essa abbia nella vita di ogni giorno: Emilio Ciccone (pittore iperrealista che ha saputo trasformare un sopraggiunto handicap alla vista diventando scultore, Franco e Michele Chirico, due generazioni di artisti-artigiani a confronto, Mina Cappussi (giornalista-artista e mille altre cose) e, a sorpresa, Alessio Spina, noto personaggio bojanese, che regalerà alcuni versi poetici agli astanti, assieme a Fiorata Spina, artista che scolpisce volti e storie nei sassi del Matese. Interverranno inoltre, la cantante Grazia De Gregorio, Dr.ssa in Scienze della Comunicazione, Scuola di Giornalismo UMDI e Luciana Patullo, musicista internazionale che ha fatto dell’arpa la propria voce. Ma molti altri artisti e musicisti hanno comunicato la propria adesione: tutti potranno intervenire nel dibattito e pescare pensieri, motti, frasi e proverbi dalla Scatola Magica.

L’artista – sottolinea Mina Cappussi – è la mano che, toccando questo o quel tasto, fa vibrare l’anima”, come scriveva Vassily Kandiskij. Musica e pittura sono sempre state in connessione. E infatti il padre dell’astrattismo, osservando che ogni colore produce un effetto psichico sullo spettatore, collegava ogni tinta ad un suono e ad uno strumento musicale. E’ il tema del Salotto di questo mese, cui ne seguirà un secondo il 24 ottobre. I nostri Salotti Letterari sono dei veri e propri Salotti Culturali. Tradizionalmente erano tenuti essenzialmente da donne spesso appartenenti all’alta borghesia, che pertanto vantavano amicizie influenti e ospiti illustri, in grado di elevare il livello della discussione. Il primo celebre salotto letterario parigino fu quello aperto da Catherine de Vivonne de Rambouillet, marchesa de Rambouilet (1588-1665), senza dimenticare il salotto di Madame Geoffrin che invitava celebrità letterarie e filosofiche come Diderot, Marivaux, Grimm, Helvétius. Ma la storia pullula di decine e decine di donne “salottiere” che hanno indirizzato e diretto la cultura. Si ricordano quelle in Francia, Germania, Austria, Svizzera, Gran Bretagna, e in Italia, quelle di Firenze, Milano, Napoli, Roma e Venezia. Noi intendiamo ricreare quell’atmosfera di vivacità culturale di cui la società contemporanea ha assoluto, urgente, improcrastinabile bisogno”. Con una conduzione sui generis nell’accoppiata tra il coordinatore nazionale di Borghi d’Eccellenza e una studentessa che segue corsi di Giornalismo, l’evento  è curato dai ragazzi del Servizio Civile Turchese e Argento: Andrea De Marco, Carmine Campanella, Giovambattista Russo, Martina Colacci, Andrea Girardi, Romina Nocera, Clorinda Nardella, Angela Arena, Alessandra Del Riccio, Francesco Romano, Valentina Lancellotta e Santina Gioia.

Appuntamento, dunque, a mercoledì 3 ottobre 2018, dalle 20.30, a Palazzo Colagrosso a Bojano. Ingresso libero e aperto a tutti. Sono chiamati a raccolta artisti in erba, musicisti in divenire, ma anche docenti universitari, esperti, critici letterari, appassionati, ragazzi del Servizio Civile. Segno di riconoscimento e biglietto unico per entrare: un libro in bella vista! L’evento fa parte della programmazione Molise Noblesse, che culminerà, il 9 novembre, con le premiazioni Celtagram, Notti Turchese Matese Friends Festival, per tutte le foto postate che avranno ricevuto più like sui social.

Music’Arte 3 ottobre 2018, h. 20.30 Palazzo Colagrosso – BOJANO Tavola rotonda tra i seguaci di…Erato, Euterpe, Calliope, Thalia…Porta un libro e tornerai con un’idea! Con la partecipazione straordinaria di Gennaro Petrecca (critico d’arte e gallerista)

SALUTI ISTITUZIONALI

Assessore alla Cultura del Comune di Bojano, prof.ssa Clementina Columbro

INTRODUCE

Mina Cappussi, Giornalista direttore del quotidiano UMDI, artista

IntervengoMarco, Carmine Campanella, Giovambattista Russo, Martina Colacci, Andrea Girardi, Romina Nocera, Clorinda Nardella, Giuseppe Minotti, Angela Arena, Alessandra del Riccio, Francesco Romano, Valentina Lancellotta, Santina Gioia

CONDUCONO:

Maurizio Varriano (Borghi d’Eccellenza), con Romina Nocera (Redazione UMDI):

Arte: Emilio Ciccone, Franco Chirico e Michele Chirico, Mina Cappussi, Fiorata Spina

Musica: Luciana Patullo (arpista) e Grazia De Gregorio (cantante)

Poesia: Alessio Spina

Le ragazze e i ragazzi del Servizio Civile Turchese e Argento: Andrea De Marco, Carmine Campanella, Giovambattista Russo, Martina Colacci, Andrea Girardi, Romina Nocera, Clorinda Nardella, Giuseppe Minotti, Angela Arena, Alessandra del Riccio, Francesco Romano, Valentina Lancellotta, Santina Gioia

Commenti Facebook