Autismo, vendemmia e inclusione sociale iniziativa Acli Molise

143

La vendemmia persperimentare un incontro a contatto con il territorio. Questo l’obiettivo di “Vendemmia Felice” una giornata promossa dall’Associazione Liberi Nell’Arte, Acli Molise, Acli Terra e Acli Coordinamento Donne Molise, in occasione della 41.ma Giornata Mondiale del Turismo 2020 dal tema “Turismo e Sviluppo rurale”. L’iniziativa sarà dedicata allo spettro dell’autismo – disturbo sempre più crescente in Molise – con il coinvolgimento delle persone affette da autismo che, sostenuti dalle loro famiglie, vivono il disagio e la marginalità sociale.

La Vendemmia Felice” doveva aver luogo sabato 26 settembre ma causa maltempo è stata rivista a sabato 3 ottobre a partire dalle ore 15:00 (CB) pressol’Azienda Vitivinicola Colle Sereno in agro di Petrella Tifernina (CB)- Contrada Colle Sereno, che ha favorito lo svolgimento dell’iniziativa attraverso l’ampia disponibilità di concedere per la vendemmia – a tuti i partecipanti – alcuni filari di vitigno autoctono di Tintilia. Dopo i saluti iniziali di accoglienza da parte dell’Azienda Colle Sereno e del Presidente Acli Terra Molise dott. Noreste Mogavero, sarà la volta del Presidente di Liberi nell’Arte (Associazione circolo delle Acli) dott. Daniele Colucci, giudice della Corte d’Appello di Napoli per un breve saluto e riflessione sul “diritto alla felicità”. A seguire, brevi saluti Istituzionali e alle ore 15:30 inizio della “Vendemmia Felice” che sarà accompagnata da un momento musicale. A conclusione della Vendemmia avrà luogo una breve visita all’azienda con degustazione e agape comunitaria.

Noi come Acli Terra – ha dichiarato Nestore Mogavero Presidente regionale Acli Terra Molise e amministratore dell’Azienda Vitivinicola Colle Sereno – ci occupiamo di diverse sfaccettature e ambiti sociali, raccogliamo tutte le aziende agricole e cerchiamo di aderire anche alle iniziative culturali e sociali di Acli e dei circoli delle Acli. L’auspicio di una giornata all’insegna della natura, del turismo rurale, della socializzazione e del benestare dedicata ai giovani autistici – come ha sottolineato il presidente di Acli Terra – in un luogo tranquillo anche logisticamente perché lontano da strade e senza pericoli.

L’ evento si terrà in un clima di grande fermento per la nostra azienda – ha aggiunto Mogavero- proprio perché la vendemmia rappresenta l’attività più bella e gioiosa per le aziende vitivinicole.

A sottolineare l’importanza dell’iniziativa, propedeutica di un più ampio progetto in ambito Nazionale sullo spettro dell’autismo e che presto sarà diffuso alla stampa, è la Coordinatrice Acli Donne, Rita D’Addona e responsabile del progetto generale “Diversamente felici” per l’associazione Liberi Nell’Arte.Cercheremo di entrare noi nella realtà dei giovani autistici e delle loro famiglie – ha detto la D’Addona – perché sia questa l’occasione per iniziare a parlare di autismo in modo corretto, diffondere, far conoscere, promuovere iniziative in favore delle persone neurotipiche con disturbo autistico, con la forza e la voce dei giovani che sono la risposta alla felicità. Perché sia da stimolo – ha soggiunto la coordinatrice di Acli donne – per sviluppare una stretta sinergia tra chi vive questa problematica quotidianamente e i vari livelli Istituzionali sostenuti dalle realtà pastorali della Salute e dello Sviluppo umano e Integrale, con l’obiettivo comune di fornire gli strumenti e creare le condizioni per affrontare la problematica. “Vendemmia felice” non rimanga una iniziativa spot per un solo giorno ma, in continuità e in comunione di intenti, nel tempo. L’incontro sul “campo” sia da apripista verso la sensibilizzazione con la risposta verso progetti di inclusione sociale perché come ha affermato di recente Papa Francesco in un incontro rivolto agli autistici. «Dio ha creato il mondo con una grande varietà di fiori di tutti colori. Ogni fiore ha la sua bellezza, che è unica. Unicità e bellezza, dunque, il filo conduttore che porta e riporta ogni cosa, “ogni fiore”, a Dio»All’iniziativa, che si inserisce in occasione della 41ma Giornata Mondiale del Turismo dal tema “Turismo e sviluppo rurale”,  parteciperanno le  famiglie i  ragazzi e ragazze autistici, i rappresentati dei servizi sociali della Neuropsichiatria infantile e  rappresentanze Istituzionali del Territorio, delle Acli e gli organi di informazione.

Diffondere la “buona notizia” parlare dello spettro dell’autismo attraverso forme e modalità realizzate con la concretezza delle azioni, è l’obiettivo primario del progetto generale “Diversamente Felici”, per sensibilizzare, essere prossimi e   orientare scelte di sviluppo rurale e turistico per «Un turismo realizzato dalle persone e attraverso le persone».  

SABATO 26 SETTEMBRE 2020 ORE 15:00 –  Contrada Colle Sereno, Petrella Tifernina, CB 86024 (percorrere la SS. 647 Fondovalle Biferno)

«Il l turismo può diventare un volano per sostenere l’economia rurale, che è fatta di agricoltura e, spesso, di aziende familiari, piccole dimensioni, aree marginali e bassi redditi percepiti dalla filiera alimentare. Turismo e agricoltura rurale possono così diventare due componenti essenziali di un mondo nuovo che si auspica di costruire.»

( GMT- Peter K. A. Cardinale TURKSON Prefetto dicastero Sviluppo umano e Integrale) 

Commenti Facebook