Al via l’iniziativa della Questura denominata “Scuola Aperta”

501

Partirà il prossimo 1° aprile l’iniziativa denominata “Scuola Aperta”, il progetto di educazione alla legalità rivolto agli studenti della scuola secondaria di primo grado che interesserà diversi istituti scolastici della provincia. A seguito dei vari incontri che il Questore Pagano ha tenuto con numerosi Sindaci dei Comuni limitrofi a questo Capoluogo, è emersa l’esigenza, da più parti rappresentata, di accrescere la cultura della legalità soprattutto tra i giovani.
Venendo incontro a tali esigenze, è stato predisposto il  progetto in parola che, in questa prima parte, ha visto il coinvolgimento dei Comuni di Petrella Tifernina (Capofila del progetto), Ripalimosani, Limosano, Montagano, Castellino del Biferno e della Dirigenza Scolastica dell’Istituto Comprensivo “Dante Alighieri” di  Ripalimosani. Tale iniziativa, che vede la Polizia di Stato di Campobasso collaborare proficuamente con altre Istituzioni del territorio, si propone di rendere gli studenti non solo protagonisti delle loro scelte quotidiane, ma anche protagonisti di un loro futuro impegno sociale e civico, innalzando le loro competenze e rendendoli consapevoli e rispettosi delle leggi.
Con l’aiuto degli operatori della Polizia di Stato, i ragazzi affronteranno importanti tematiche come la comprensione del concetto di legalità, l’importanza del rispetto delle regole e della necessità di conoscere e riconoscere i comportamenti e le prassi illegali, la promozione di stili di vita improntati alla legalità. Saranno, poi, affrontati temi di grande attualità come quello della conoscenza e della prevenzione del bullismo in tutte le sue molteplici implicazioni e l’educazione ad un uso consapevole di internet, fornendo gli strumenti necessari per una navigazione sicura.
La seconda fase del progetto coinvolgerà – nel prossimo mese di maggio – gli studenti delle scuole medie di Riccia e di altri Comuni limitrofi.

Commenti Facebook