Al via la raccolta fondi della Lilt per il trasporto gratuito dei malati oncologici

139

Kilometri di solidarietà. L’Associazione Provinciale di Campobasso della LILT ha avviato la raccolta fondi per assicurare il trasporto gratuito dei malati oncologici verso i luoghi di cura. Un banchetto posizionato all’interno della farmacia Marino in corso Nazionale raccoglierà le offerte per le palline di Natale confezionate dalla Consulta Femminile LILT.

Ogni offerta sarà un chilometro in più per l’auto della LILT che accompagna i pazienti di tutto il Basso Molise a Campobasso per effettuare le terapie. Il malato oncologico si trova a dover affrontare, nella quotidianità della battaglia contro il cancro, una serie di problemi connessi alla patologia tra cui spesso l’impossibilità di raggiungere i centri di cura lontani dal proprio domicilio. L’Associazione Provinciale di Campobasso è per questo impegnata, con grande riscontro da parte dei fruitori, nel servizio di accompagnamento e i volontari, con impegno e disponibilità, garantiscono un aiuto indispensabile.

Il Covid-19 ha intaccato tanto le patologie oncologiche perché da un lato il sistema sanitario, sovraccaricato dalla pandemia, non ha potuto dare risposte diverse dall’emergenza e dall’altro anche i pazienti, per paura di contrarre il virus, si sono rivolti sempre meno alle strutture ospedaliere. E si è venuto così a creare un gap di terapie rinviate e mancate diagnosi che sicuramente peserà sui mesi successivi.

L’Associazione Provinciale di Campobasso, nonostante le difficoltà iniziali, dovute alle limitazioni per contenere la pandemia che hanno causato la sospensione del servizio per qualche giorno, è stata sempre presente al fianco dei malati oncologici. Fortunatamente questa interruzione è stata breve e appena si è potuti ripartire la LILT ha ripreso le corse verso il capoluogo trasportando quasi quotidianamente i pazienti, rispettando tutte le misure di sicurezza anti-covid. Tutto questo è reso possibile grazie al sostegno
economico dei tanti soci ma soprattutto grazie ai volontari che si occupano del trasporto.

“Quest’anno difficile – ha affermato la dottoressa Carmela Franchella, presidente LILT CB – ci ha trovati impreparati, ci ha tolto la gioia di lavorare in presenza, fianco a fianco, ma non ci ha impedito di continuare a rimanere coesi anche a distanza, nell’impegno comune di perseguire la cultura della prevenzione oncologica e il sostegno ai malati. Ringrazio personalmente ed a nome di tutta l’associazione LILT CB per il supporto, l’impegno e la sensibilità che ci avete concesso nel corso dell’intero anno trascorso”.

Per sostenere il progetto del trasporto dei pazienti oncologici verso i centri di cura abbiamo ancora bisogno dell’aiuto di tutti, anche del più piccolo contributo. L’invito è di recarsi presso la farmacia Marino, da sempre sensibile ai progetti LILT, e donare un’offerta perché “solo insieme si va lontano”.

Commenti Facebook