Covid/ Dal 24 dicembre al 6 gennaio , 10 giorni di Zona rossa e 4 giorni di Zona arancione, le restrizioni

312

Il Governo ha varato una nuova stretta anti – Covid per le festività di Natale.

Nei giorni prefestivi e festivi, 24, 25, 26, 27 e 31 dicembre 2020 , e nei giorni 1,2,3, 5 e 6 gennaio 2021 in Italia saranno in vigore le regole relative alla Zona Rossa.

Mentre nei giorni 28, 29 e 30 dicembre 2020 e nel giorno 4 gennaio 2021, in tutta Italia saranno in vigore le regole relative alla Zona Arancioe.

Nel dettaglio:

Zona Rossa:

Spostamenti: vietati tutti gli spostamenti , anche all’interno del proprio comune se non per necessità di lavoro o di urgenza. E’ consentito lo spostamento verso le abitazioni private una sola volta al giorno, tra le ore 05 e le ore 22, verso una sola abitazione che si trova nella stessa regione e nei limiti di 2 persone, ulteriori rispetto a quelle già conviventi, oltre ai minori di 14 anni sui quali tali persone esercitino la potestà genitoriale , alle persone disabili o non autosufficienti.

Bar e Ristoranti: sono sospese le attività dei servizi di ristorazione , fra cui bar, ristoranti, pub, gelaterie, pasticcerie. Nessuna restrizione per ristorazione con consegna a domicilio. Ristorazione con asporto consentita fino alle ore 22.00.

Sospensione attività commerciali al dettaglio e mercati: sono sospese le attività commerciali al dettaglio, ad eccezione delle attività di vendita di generi alimentari e di prima necessità. Restano aperte le edicole, i tabacchi, le farmacie, le parafarmacie, lavanderie, parrucchieri, barbieri. Chiusi i centri estetici.

Sport: Sospese le attività nei centri sportivi. Resta consentito svolgere attività motoria nei pressi della propria abitazione e attività sportiva solo all’aperto in forma individuale.

Zona Arancione:

Spostamenti: Divieto di circolazione dalle ore 22 alle ore 5 del giorno seguente. Vietato ogni spostamento in entrata e in uscita da una Regione all’altra e da un Comune all’altro, salvo per comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità o per motivi di salute. Sono consentiti gli spostamenti dai Comuni con popolazione non superiore a 5mila abitanti in un raggio di 30km, ad eccezione dei capoluoghi di provincia.

Bar e Ristorazione: Sono sospese le attività dei servizi di ristorazione, fra cui bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie. Nessuna restrizione per la ristorazione con consegna a domicilio. Ristorazione con asporto consentita fino alle 22.

Commenti Facebook