Abbattimento delle barriere architettoniche e culturali : Siglato protocollo di Intesa tra Fiaba e Anppe Campobasso

906

L’abbattimento delle barriere architettoniche e culturali è un tema difficile ma molto sentito.Fiaba, Fondo Italiano abbattimento Barriere Architettoniche, da anni crea sinergie tra Enti, Associazioni, Privati, al fine abbattere culturalmente, prima che fisicamente, tali barriere e, per questo motivo, sigla protocolli di intesa ,con chi ha già nel dna, la sensibilità di credere che la total quality, sia l’unica alternativa all’atavica credenza di differenza tra uomini. La differenza, prettamente ideologica e mentale, non riscontra più omogeneità di pensiero e, la credenza stessa delle differenza , da tempo è stata, anche se non del tutto, superata.
A tal proposito, la presidenza del Consiglio dei Ministri, con direttiva n. 96 del 28.02.2003, su proposta di FIABA, ha indetto la giornata nazionale di sensibilizzazione all’abbattimento delle barriere architettoniche ( FIABADAY ) che si tiene la prima domenica di ottobre di ogni anno, proprio in Piazza Colonna ed a Palazzo Chigi e, che si replica in ogni parte di Italia grazie al partenariato di tutti i Ministeri, dalla Difesa al Turismo, ai Trasporti per finire al Lavoro e pari opportunità.
Con l’intento comune di abbattere la barriere culturali e fisiche che impediscono la qualità di vita e pari opportunità per tutte le persone, Fiaba esplicita ed individua i diversi livelli di responsabilità e coinvolgimento di persone, associazioni, ordini, enti, istituzioni ed aziende prendendo come modello di riferimento quello della “ rete “, in cui le relazioni tra gli attori pubblici e privati siano ispirate al principio della sussidiarietà e non più della delega e dell’assistenzialismo. In questo nuovo quadro “ Politico – culturale , assume rilevanza particolare il ruolo che viene assegnato ai Ministeri, agli enti locali, agli operatori privati ed alle associazioni per concorrere attivamente alla presa in carico ed alla risoluzione della problematica. A tal proposito, è intendimento dell’Associazione Nazionale di Polizia Penitenziaria, già nel Comitato d’Onore di Fiaba , promuovere lo studio delle problematiche di cui trattasi, delle relative ipotesi di soluzione e, farlo di Intesa con FIABA.
Pertanto, la sezione di Campobasso, presieduta dal Presidente Fabio BARCA, ha inteso sottoscrivere un protocollo di Intesa con FIABA, rappresentata dal delegato per l’Abruzzo e Molise, Maurizio VARRIANO, al fine impedire il sorgere e la diffusione di nuove barriere culturali e fisiche attraverso processi atti a fondare una cultura diffusa di pari opportunità per tutti, stimolare nuovi spazi servizi e trasporti accessibili e fruibili con il rafforzamento della vigilanza per garantire l’osservanza della normativa vigente. Altresì attuare sinergie atte a diffondere la cultura della diversità e della total quality come ricchezza della società anche organizzando giornate ed eventi per il coinvolgimento di Istituzioni , cittadini, forze sociali e, essere di supporto di concerto con Fiaba sulle attività e per le attività di sicurezza e vigilanza a favore di cittadini, per creare sinergia in azioni volte alla concretizzazione delle rispettive missioni che hanno scopi e finalità ricche di punti di coerenza. Insieme si vince e, insieme la pena è meno dolorosa.  Da subito messa in campo una manifestazione che coinvolgerà i bambini Campobassani nell’elevare multe simboliche a chi impedisce l’utilizzo di percorsi per persone non autonome nella deambulazione e una collaborazione per il prossimo Fiaba Day che si terrà a breve sulla costa molisana ed ospitato dalla Capitaneria di Porto del comandante Antonio Nasti.

Commenti Facebook