Unione degli Studenti incontra l’Assessore Di Baggio

333

Il diritto allo studio in Molise è ormai un miraggio, la legge regionale che lo regolamenta è stata approvata 45 anni fa e non è stata mai finanziata. La stessa prevede già rimborsi sul trasporto pubblico, sul materiale scolastico e sulle borse di studio, ma mancando i finanziamenti sono proposte che rimangono nella teoria e quando toccano la prassi sono molto difficili da raggiungere, con soglie isee molto basse.


E’ per questo che, partendo dall’incontro con Donato Toma del 20 Gennaio stiamo intraprentendo un confronto critico con la regione Molise, in particolare con l’assessore Di Baggio per riscrivere la legge regionale sul Diritto allo studio. Di seguito le proposte che abbiamo avanzato all’assessore.


La prima e più importante proposta che abbiamo portato è il coinvolgimento della rappresentanza studentesca nel processo di riscrittura della legge, tramite un incontro mattutino con tutti i rappresentanti della consulta provinciale degli studenti e le associazioni studentesche iscritte al FAST presenti in Molise, cioè quelle più rappresentative.

Edilizia scolastica non solo sicurezza :
la didattica delle nostre scuole è limitata dalle strutture degli edifici. Per realizzare una didattica realmente inclusiva occorre ripensare le classi, i corridoi, le palestre, i giardini e dei cortili.
Non basta parlare di sicurezza, che è il requisito minimo delle strutture. Sono gli spazi a doversi adattare alle esigenze della didattica alla disponibilità degli spazi.

Luoghi di cultura, conoscenza a 360°:
bisogni far sì che gli studenti si avvicinano ai luoghi di cultura in regione, valorizzandoli con maggiori investimenti, finanziando i mezzi con cui si raggiungono e rendendoli gratuiti per gli studenti e le studentesse. La conoscenza e la curiosità devono diventare delle costanti nelle nostre vite, anche private. Musei, teatri, cinema, biblioteche e siti archeologici. Il Molise ha tanto da raccontare!

Materiale didattico : alzare la soglia ISEE e i finanziamenti per i libri di testo e il materiale specifico per le scuole,
 ex: gli studenti dei licei artistici devono avere accesso a album tavolette grafiche ecc. Gli studenti dei licei musicali devono avere acceso agli strumenti, ai libri specifici, alle attrezzature ecc.

Protagonismo e partecipazione studenntsca: da anni la nostra generazione è accusata di essere nullafacente, pigra e fuori dal mondo. Questo perché le opportunità di creare, contestare e fare progetti totalmente autogestiti è ridotta all’ osso. Si finanziano progetti studenteschi per le scuole, per le aree interne e per le aree urbane.

Trasporto pubblico per tutti: ad oggi, con l’ultimo rincaro del trasporto pubblico locale su gomma gli studenti si trovano a pagare cifre esorbitanti per gli abbonati mensili (fino a 70 € al mese) e per usufruire di autobus insicuri, inquinanti e datati. Vogliamo agevolazioni per tutti e gratuità per le fasce ISEE più basse.

Commenti Facebook