Toma ha emanato nuove ordinanze per Pozzilli, Venafro e Agnone: ulteriori misure per la prevenzione e gestione dell’emergenza epidemiologica da Covid-19

408

In aggiunta alle misure statali, regionali e commissariali di contenimento del rischio di diffusione del virus già vigenti, a decorrere dal giorno 6 aprile 2020 e fino al 19 aprile 2020, con riferimento al territorio dei Comuni di Pozzilli e Venafro, è fatto obbligo:
a) alle persone fisiche ivi residenti e/o dimoranti di dotarsi ed utilizzare idonea mascherina durante tutta la loro permanenza al di fuori del predetto territorio ove siano legittimate ad uscire da uno dei due comuni ai sensi dell’art. 1, comma 1, lett. b), del D.P.C.M. del 22 marzo 2020;
b) alle persone fisiche diverse da quelle di cui alla precedente lett. a) che transitino nel
suindicato territorio di dotarsi ed utilizzare idonea mascherina durante tutta la loro
permanenza sul medesimo territorio dei due comuni.

Inoltre il mancato rispetto delle misure imposte con la presente ordinanza è punito con la sanzione amministrativa del pagamento di una somma di denaro da € 300,00 a € 4.000,00, aumentata fino ad un terzo se la violazione avviene mediante l’utilizzo di un veicolo.

In aggiunta alle misure statali, regionali e commissariali di contenimento del rischio di diffusione del virus già vigenti, a decorrere dal giorno 4 aprile 2020 e fino al 19 aprile 2020, con riferimento al territorio del Comune di Agnone, è fatto obbligo:
a) alle persone fisiche ivi residenti e/o dimoranti di dotarsi ed utilizzare idonea
mascherina durante tutta la loro permanenza al di fuori del predetto territorio ove siano
legittimate ad uscire dal comune ai sensi dell’art. 1, comma 1, lett. b), del D.P.C.M. del 22
marzo 2020;
b) alle persone fisiche diverse da quelle di cui alla precedente lett. a) che transitino nel
suindicato territorio di dotarsi ed utilizzare idonea mascherina durante tutta la loro
permanenza sul medesimo territorio comunale.

Il mancato rispetto delle misure imposte con la presente ordinanza è punito con la sanzione
amministrativa del pagamento di una somma di denaro da € 300,00 a € 4.000,00, aumentata fino ad un terzo se la violazione avviene mediante l’utilizzo di un veicolo.


La competente Autorità sanitaria regionale dispone la misura della quarantena precauzionale ai
soggetti che hanno avuto contatti stretti con i soggetti risultati positivi al COVID-19 a seguito
dell’effettuazione dei tamponi da parte dell’ASREM tra gli ospiti e gli operatori della Casa di Riposo“Tavola Osca”, ubicata nel Comune di Agnone.

Sono demandate all’ASreM:
a. l’individuazione, previa acquisizione delle necessarie informazioni presso i Comuni di
residenza e/o domicilio, dei soggetti destinatari degli obblighi di cui al comma 1;
b. la comunicazione agli stessi, anche attraverso il Sindaco del Comune di residenza o
domicilio, degli obblighi di cui al precedente comma.

Commenti Facebook