Testamento: a che punto è il lavoro di Ispra, con Arpa Molise e Arpa Emilia Romagna?

174

«Ho inviato una lettera al Ministro della Transizione Ecologica Roberto Cingolani ed ho depositato alla Camera un’interrogazione per avere informazioni dettagliate circa le iniziative finora adottate e realizzate dal gruppo di lavoro di ISPRA, con ARPA MOLISE e ARPA EMILIA ROMAGNA nella Piana di Venafro, anche in merito agli interventi di supporto alle politiche regionali di riduzione dell’inquinamento che sono stati messi in campo, al fine di scongiurare ulteriori peggioramenti di un contesto ambientale e sanitario già molto complesso». A dichiararlo Rosa Alba Testamento, parlamentare molisana alla Camera dei Deputati.

«Lo scorso gennaio – continua la parlamentare – la segreteria tecnica dell’ex Ministro per l’Ambiente Sergio Costa, mi informava della costituzione del gruppo di lavoro e della sua integrazione con un referente del Ministero afferente alla Direzione Generale per il Clima, l’Energia e l’Aria (CLEA).

In pratica si stava andando nella direzione tracciata dallo stesso Costa che nella richiesta inviata a ISPRA lo scorso 24 novembre aveva proprio richiesto all’Istituto Superiore per la Protezione e Ricerca Ambientale ampia “sinergia con la competente Direzione del Ministero al fine di individuare le possibili azioni da intraprendere a beneficio dei territori coinvolti”».

«È urgente capire: quali azioni sono state adottate fino ad oggi? Qual è il cronoprogramma che si intende seguire? Perché anche in questa prima parte del 2021 la situazione ambientale nella Piana continua a essere critica con i valori di PM10 che hanno già registrato 25 superamenti dei valori limite giornalieri previsti dalla normativa vigente e i valori di PM2,5 che hanno toccato picchi ancora molto preoccupanti.

Continuerò a incalzare il Ministro Cingolani fin quando non avrò tutte le risposte alle mie richieste» conclude Testamento.

Commenti Facebook