Provinciali 2014: appello di Fratelli d’Italia – AN all’unità del centrodestra

917

Nel prossimo autunno, seppur con un sistema elettorale di secondo grado, la Provincia di Isernia dovrà affrontare l’importante appuntamento del rinnovo dell’Amministrazione. Non saranno i cittadini a designare i propri rappresentati ma Sindaci e Consiglieri comunali in carica con un sistema di voto ponderato in ragione della popolazione dei Comuni che rappresentano. La scelta dovrà ricadere tra persone che siano Sindaci in carica o consiglieri Provinciali uscenti (per ciò che concerne la carica di Presidente, mentre potranno essere eletti consiglieri provinciali anche coloro che ricoprono la carica di consigliere comunale) e porterà all’elezione di un Presidente e 10 consiglieri.
Nel tentativo di ricompattare il centrodestra facendo partire proprio dalla provincia di Isernia il rilancio della coalizione, Fratelli d’Italia – AN ha chiesto, a tutti i rappresentati di area, uno sforzo comune per individuare un candidato idoneo e strutturare una lista in grado di opporsi al centrosinistra. Filoteo Di Sandro – Portavoce Regionale del Partito, lancia un ulteriore appello a i partiti del centrodestra facendosi promotore di un tavolo di concertazione affinché possa ricostruirsi un centrodestra in grado di affrontare compatto le nuove sfide. “La scadenza elettorale per il rinnovo dell’Amministrazione Provinciale di Isernia, prevista per il prossimo autunno, impone a tutta la coalizione di centrodestra uno sforzo per presentarsi unita e compatta alla sfida che l’attende.
La beffa del Governo Renzi che, di fatto, ha cancellato l’elettività dei consiglieri provinciali e del Presidente, ci affida un compito ancor più delicato, quello di dare voce ai tanti cittadini che potranno solo assistere alla scelta compiuta dai consiglieri Comunali e Sindaci della Provincia.
Per questi motivi non c’è più spazio per temporeggiare, è arrivato il momento in cui tutta la coalizione di centrodestra si ritrovi attorno ad un tavolo per ragionare sul percorso da intraprendere.
Possiamo lasciare, ancora una volta, la vittoria ai nostri avversari senza opporre alcuna resistenza? Possiamo permettere che le incomprensioni del passato inficino la rappresentatività del nostro copro elettorale? Possiamo restare sordi alle richieste dei tanti che ci chiedono di apporre un argine allo strapotere di questo centrosinistra? Possiamo consentire, a questa gestione politica, la penalizzazione continua e costante della Provincia di Isernia e dei piccoli Comuni che la compongono?
La risposta è no, non possiamo. Abbiamo il dovere di ricostruire una coalizione seria, tra partiti che abbiano visioni affini e che, soprattutto, vogliano dare risposte a chi si vede quotidianamente porte chiuse in faccia.
La Provincia di Isernia può essere il primo importante banco di prova per una coalizione che sappia andare oltre le divergenze del passato e possa, finalmente, riprendersi il posto che ci spetta. Per questi motivi rivolgo un accorato appello a tutte le forze del centrodestra: ritroviamoci attorno ad un tavolo, decidiamo assieme il percorso da intraprendere, ridiamo voce e speranza al nostro popolo, ricominciamo dalla Provincia di Isernia.
Fratelli d’Italia – AN è intenzionato ad opporsi a questo centrosinistra e, se non ci fosse accordo oppure disinteresse, sarà disposto a correre in solitaria pur di garantire la tutela del centrodestra in un momento storico in cui il silenzio delle opposizioni sembra eccessivo a fronte delle troppe mancanze di un Governo Regionale che, per nulla o quasi, ha considerato la Provincia di Isernia. Insieme possiamo ritrovare la nostra forza, la sfida è lanciata”.

Commenti Facebook