Guerriero Sannita: Rancho Granmanze, restiamo vigili

927

Dopo l’annuncio di Roberto Ruta che la Granarolo non verrà in Molise in quanto ha individuato un’altra regione in cui sviluppare il progetto di insediamento delle manze e dopo la sua affermazione secondo cui, se il progetto non fosse stato deliberato dal Cipe, non avrebbero potuto presentare istanza di cambio sito, il Movimento regionale del Guerriero Sannita invita a rimanere tutti vigili su questo obbrobrio nato, come tutti sappiamo, dall’interessamento del Senatore in questione. Certamente ciò non rappresenta neppure minimamente quello sviluppo territoriale che la nostra piccola realtà territoriale si aspettava per la sua conformazione geografica.
Oggi c’è solo un dato certo ed inconfutabile: la delibera Cipe del 14.2.2014, “Contratto di filiera tra il Ministero per le politiche agricole alimentari e forestali” e “Rancho Granmanze” ((GU Serie Generale n.142 del 21-6-2014).Trattasi di una Legge dello Stato che tutti devono osservare .Un piano progettuale approvato e finanziato, il contratto di filiera “Rancho Granmanze”, che prevede investimenti nel Comune di Larino (Regione Molise) per la realizzazione di un insediamento zootecnico atto a ospitare 12.000 capi in rotazione, destinato all’attività di “presa in pensione e cura” di vitelle di razze da latte, fino allo stato di manza gravida.Gli investimenti previsti dal piano progettuale, come risulta dalle tabelle, ammontano a 23.378.100 euro, al netto dell’IVA, di cui 21.498.100 euro per la realizzazione dell’insediamento zootecnico, 380.000 euro per le prestazioni di assistenza tecnica per il settore primario e 1.500,000 euro per attività di ricerca e sviluppo.Il Movimento regionale del Guerriero Sannita auspica che tutte le forze politiche e sociali mantengano alta la guardia e che presentino, nei termini di legge, l’istanza di cambio sito, come rassicurato dal Sen. Roberto Ruta, e che lo stesso tenga informata la popolazione molisana su quanto ha pubblicamente detto. Il Molise non ha bisogno di stanziamento di manze sul proprio territorio.A tal riguardo, il Guerriero Sannita rivolge un accorato appello alla Giunta regionale, affinché metta in campo idee e progetti per attuare una politica di sviluppo di questo nostro amato territorio.

Commenti Facebook