Corea: chiarezza e trasparenza massima in merito all’uso dei fondi del gruppo consiliare dell’Udeur Molise (e non solo!)

753

vincenzo musacchioLa Commissione Regionale Anticorruzione in qualità di associazione per la tutela dei diritti dei cittadini, anche a seguito di espresse richieste da parte dei cittadini molisani, interviene nella diatriba recente tra il Presidente del Consiglio regionale del Molise e il consigliere regionale Nunzia Lattanzio, non per prendere posizione a favore dell’uno o dell’altra ma semplicemente per chiedere chiarezza e trasparenza massima in merito all’uso dei fondi del gruppo consiliare dell’Udeur Molise (e non solo!). Sempre in qualità di organizzazione per la tutela dei diritti dei cittadini e in rappresentanza di oltre trecento iscritti, Co.Re.A. chiede di conoscere come siano stati spesi i nostri soldi. La nostra richiesta riguarda ovviamente tutti i gruppi consiliari, nessuno escluso.

A tale riguardo, oltre ad una richiesta scritta rivolta agli organi competenti per ottenere gli atti in ossequio alla legge n. 241/90, chiediamo espressamente in ottemperanza al principio di trasparenza e di buona amministrazione (art. 97 Cost.) la massima partecipazione dei cittadini molisani in questo specifico contesto. Riteniamo che occorra esercitare compiti e funzioni diretti a tutelare trasparenza, legalità e partecipazione dell’azione amministrativa e di poter intervenire quando risultino criticità, in ottica precipuamente preventiva. La partecipazione alla vita istituzionale della nostra regione costituisce sicuramente un diritto riferibile all’intera collettività: diritto che, per contro rischia di venire compromesso tutte le volte in cui le risorse pubbliche, ed in particolare quelle destinate alla vita istituzionale, non siano utilizzate per tali fini. Co.Re.A. auspica l’adozione di ogni atto ed attività idonei a realizzare le migliori modalità operative per una corretta e trasparente gestione dei fondi dei gruppi consiliari della regione Molise rendendo di fatto accessibile ai cittadini e al pubblico ogni tipo di informazione inerente e connessa ai fatti in questione. Occorre che il Consiglio Regionale, la Giunta ed il suo Presidente intraprendano al più presto una seria attività concrete che garantiscano la massima trasparenza di tutti gli atti amministrativi rendendo effettivamente e concretamente funzionanti ed efficaci, come é auspicabile, adeguati strumenti di controllo e di verifica, anche nel segno della prevenzione di condotte non lecite affinchè i diritti dei cittadini connessi siano pienamente esigibili e soddisfatti. Vogliamo ricordare che sono state introdotte specifiche normative per disciplinare gli obblighi di pubblicità, trasparenza, prevenzione e repressione della corruzione e della illegalità nelle pubbliche amministrazioni alle quali va data esecuzione al più presto (L. 6.11.2012, n. 190, D. Lgs. 8.04.2013, n. 39, D.Lgs. 14.03.2013, n. 33). Noi di Co.Re.A., a questo proposito, abbiamo elaborato un apposito progetto di legge in merito e presto la presenteremo nei modi e nei termini di legge all’attenzione del Consiglio Regionale del Molise. Co.Re.A. come suo solito è disponibile a collaborare con l’istituzione regionale sempre e comunque anche a titolo gratuito! (Vincenzo Musacchio – Presidente Co.Re.A. Molise)-.

Commenti Facebook