2 milioni di euro per avviare i lavori di messa in sicurezza e la riapertura al traffico del viadotto Sente-Longo

128
La notizia che tutti aspettavano tra Alto Molise e Alto Vastese è arrivata. All’interno del Decreto Emergenze c’è un emendamento (a prima e seconda firma Carmela Grippa e Antonio Federico) che autorizza una spesa di 2 milioni di euro per avviare i lavori di messa in sicurezza e la riapertura al traffico del viadotto Sente-Longo che è fondamentale per i collegamenti tra l’Alto Molise e l’Alto Vastese. 
Questo provvedimento, fortemente voluto dal MoVimento 5 Stelle, serve per ridare dignità a tante comunità che, da quando il ponte è stato chiuso al traffico, sono costrette a percorrere il vecchio tracciato della ex strada statale che collega la costa con l’entroterra abruzzese e molisano, da Vasto Marina a Forlì del Sannio.
Nei giorni scorsi il Movimento 5 Stelle di Abruzzo e Molise, si è attivato a vari livelli istituzionali e su piani diversi coinvolgendo la portavoce abruzzese alla Camera dei Deputati, Carmela Grippa (componente della Commissione Trasporti), il portavoce molisano Antonio Federico (Commissione Ambiente, Territorio e Lavori pubblici), i portavoce abruzzesi in Consiglio regionale Pietro Smargiassi e Sara Marcozzi e i portavoce regionali molisani Andrea Greco e Valerio Fontana. 
Una delegazione M5S delle due regioni ha prima fatto un sopralluogo sul viadotto Sente e ha incontrato cittadini e amministratori a Castiglione Messer Marino. Nei giorni successivi, poi, ha incontrato il Sottosegretario di Stato alle Infrastrutture e ai Trasporti, Michele Dell’Orco, e ha presentato un emendamento inserito nel ‘Decreto Genova’. L’emendamento, come detto, è stato approvato e garantirà fondi al viadotto per la sua messa in sicurezza e per la sua riapertura al traffico.
In questo modo la delegazione M5S delle due regioni, in un solo mese, ha dato una risposta concreta ai disagi vissuti ogni giorno da migliaia di persone: uomini, donne, studenti e pendolari che transitano su un tratto di strada in piena area montana e fondamentale anche e soprattutto perché collegamento principale con l’unico ospedale della zona: il San Francesco Caracciolo di Agnone.
È un risultato importante, il migliore possibile frutto di una stretta collaborazione tra i portavoce molisani e abruzzesi e di un rapporto diretto e costante con la struttura del Ministero dei Trasporti e con il MinistroDanilo Toninelli. Ed è la prova che il governo del cambiamento tiene a cuore le aree interne del Paese e i cittadini che le abitano.
Lo stanziamento di queste somme per la sicurezza del ponte Sente mette fine agli interventi manutentivi solo su carta e si collega in maniera diretta alle misure adottate dal governo, tra cui il primo Archivio informatico nazionale delle opere pubbliche, grazie al quale sarà possibile monitorare lo stato di salute delle infrastrutture e assicurare i massimi livelli di prevenzione e manutenzione, cosa mai accaduta in passato.
L’interesse del MoVimento 5 Stelle per il Sente, tuttavia, non finisce con questo finanziamento. I portavoce, che oggi hanno incontrato prima la stampa proprio sul viadotto Sente e poi i cittadini a Castiglione Messer Marino, monitoreranno l’utilizzo dei fondi affinché la soluzione dei disagi sia trasparente e veloce.
“Già lunedì prossimo, 29 ottobre – hanno annunciato oggi i portavoce Andrea Greco e Valerio Fontana – incontreremo l’assessore regionale ai Lavori pubblici e Viabilità, Vincenzo Niro. Lo scopo è quello di coinvolgere attivamente la Provincia di Isernia e per stilare un cronoprogramma di interventi serrato e preciso. Ora ciascuno deve fare la propria parte per il bene dei cittadini”.
Commenti Facebook