Lavoro nero e sicurezza, 25mila euro di sanzioni

165

I Carabinieri del Nucleo Ispettorato del Lavoro di Isernia, unitamente all’Arma territoriale hanno condotto un’operazione finalizzata alla prevenzione e repressione del lavoro sommerso, nonché alla verifica della corretta applicazione della normativa vigente a tutela della salute e sicurezza dei luoghi di lavoro.

Nello specifico è stato segnalato all’Autorità Giudiziaria in stato di libertà un 40enne incensurato, responsabile amministrativo di una ditta edile in provincia. Contestualmente venivano adottati provvedimenti di sospensione dell’attività imprenditoriale a carico di un’altra ditta il cui titolare si è reso responsabile di aver impiegato due lavoratori “in nero”.


E’ stata contesta anche la violazione amministrativa ad altro esercente attività commerciale per non aver consegnato al lavoratore copia del contratto individuale di lavoro. Irrogate complessivamente sanzioni amministrative per oltre 25mila euro.

I Carabinieri mantengono costantemente monitorate le dinamiche lavorative, per garantire sempre la salute e la sicurezza dei lavoratori.

Commenti Facebook