Chiusura Asilo Nido. Chiarimenti sull’intervento del Direttore Tecnico della Cooperativa

862

Il Sindacato CSA in data 25.01.2016 accertava che presso l’edificio di proprietà del Comune di Isernia, sito in Via Umbria e costruito con i soldi pubblici, vi era un Asilo Nido, diviso in due parti e più precisamente, una parte gestita da personale del Comune di Isernia e l’altra gestita da un altro soggetto che oggi abbiamo saputo essere la Cooperativa Nuova Assistenza Onlus il cui Direttore Tecnico è il Sig. Giovanni Cefalogli, ex Sindacalista CGIL ed ex Consigliere Comunale del Comune di Isernia.
La parte gestita dalla Cooperativa Nuova Assistenza era piena di bambini mentre quella comunale era priva ed il personale comunale, composto da n. 3 ausiliari e n. 3 puericultrici era, ovviamente, senza lavoro. Questo stato di fatto, che riteniamo gravissimo, ha spinto il nostro Sindacato CSA ad intervenire presso il Comune di Isernia affinchè venga ripristinato l’Asilo Nido Comunale e di conseguenza il personale comunale venga messo nelle condizioni di lavorare secondo le sue mansioni ed il suo profilo professionale.
Tutto qui. L’intervento del CSA non era affatto contro la Cooperativa Nuova Assistenza o altri. Il CSA ha certamente criticato e critica la scelta operata dall’Amministrazione Comunale, prima quella di Melogli e poi quella di Brasiello, per avere messo nelle mani della Cooperativa Nuova Assistenza gestita dall’ex Consigliere Comunale, un servizio comunale, provocando così la chiusura dell’Asilo Nido Comunale e la conseguenziale privazione del lavoro per n. 3 ausiliari e n. 3 puericultrici.
Quindi l’intervento del sindacato CSA non era poi così fantasioso ma era in difesa di un servizio comunale e dei lavoratori comunali. Tuttavia il CSA non si ferma qui; avanzerà istanza di accesso agli atti perché vuole verificare quali vantaggi ha avuto il Comune di Isernia ed i cittadini in questa vicenda, atteso che la struttura è del Comune e non sappiamo se la Cooperativa che avrebbe introitato le rette dei bambini, ha pagato e/o paga l’eventuale canone, le bollette della luce, il riscaldamento, i pasti e quant’altro.
Feliciantonio Di Schiavi Coordinatore del CSA

Commenti Facebook