Azienda Speciale SEI: approvata la graduatoria delle domande ammesse alle misure di sostegno a favore dell’occupazione

425

Da lunedì, la Camera di Commercio di Isernia per il tramite della propria Azienda Speciale SEI ha reso note sul sito camerale www.camcomisernia.net le graduatorie delle domande ammesse alle misure di sostegno per l’occupazione.L’iniziativa rientra tra le azioni del progetto “SOCI – Sostegno all’Occupazione alla Creazione d’Impresa” , attuato dall’Azienda Speciale SEI e approvato nell’ambito dell’Accordo di programma tra il Ministero dello Sviluppo Economico e l’Unione Italiana delle Camere di Commercio 2011, a valere sulle risorse del Fondo di Perequazione del sistema camerale.

Consapevole della necessità, da parte delle aziende, di ricevere servizi e incentivi in tempi ristretti  e certi, in linea con le misure adottate dal Governo centrale, l’ente è stato tra le primissime strutture del sistema camerale in Italia a pubblicare a giugno scorso un bando, scaduto venerdì 11 ottobre, per misure di sostegno straordinarie a favore dell’occupazione nelle imprese della provincia di Isernia.
A latere di servizi di affiancamento, era previsto un sistema di incentivi tramite l’erogazione di un contributo a fondo perduto di € 5.000,00 per ogni lavoratore, massimo uno per impresa, stabilizzato o assunto a tempo indeterminato.  La pubblicazione delle graduatorie, redatte in ordine cronologico di arrivo, ha dato il via alla procedura per l’effettiva liquidazione del contributo che avverrà, molto presumibilmente, entro il mese di novembre.“Con il progetto SOCI, attuato dall’Azienda Speciale SEI, – afferma il  Presidente, Pasqualino Piersimoni – ci eravamo posti l’obiettivo, ambizioso, in un periodo di forte crisi, di sostenere i livelli occupazionali sia dal punto di vista qualitativo che quantitativo.
Una forte e audace scommessa dei nostri organi elettivi premiata dai pregevoli risultati raggiunti.
Le domande ricevute – continua il  Presidente, Pasqualino Piersimoni – sono state superiori alle attese e dimostrano che anche da noi ci sono realtà imprenditoriali in grado di offrire occupazione a lunga durata. Abbiamo anche constatato, con piacere, che la maggior parte delle richieste di assunzione a lunga durata riguardano giovani lavoratori. Un segnale di incoraggiamento a proseguire nel nostro concreto impegno sulle politiche attive del lavoro, soprattutto giovanile.”

Commenti Facebook