Rapporto Ubs-Pwc: Cresce la ricchezza dei Paperoni

124

Dal rapporto Ubs-Pwc, viene fuori che il patrimonio dei miliardari, in dollari, nel 2017 ha registrato una crescita vertiginosa, arrivando a quota 8.900 miliardi di dollari: con un incremento record del 20%, pari a 1400 miliardi (più del Pil della Spagna).
Nel mondo sono nati 199 nuovi miliardari, portando il numero delle persone che detiene questo status a 2,158,l’incremento più elevato, del 39% pari a 1.120 miliardi di dollari lo ha introitato la Cina che è passata da 318 a 373 miliardari l’anno scorso: due nuovi ricchi a settimana, crescita due volte superiore a quella di Stati Uniti ed Europa, il patrimonio di questi paperoni è salito del 12%, raggiungendo la soglia di 3.600 miliardi, in Europa e Stati Uniti si è attestato attorno ai 1900 miliardi (+19%), per effetto rivalutazione dell’euro sul dollaro.
L’ascesa delle economie emergenti si riflette anche sulla distribuzione geografica della ricchezza a livello internazionale, visto che, il tasso di crescita degli ultra ricchi in Cina cresce rapidamente: dodici anni fa ospitava solo 16 miliardari oggi sono 373, quasi uno su cinque del totale mondiale.
Nell’ultimo decennio, i miliardari cinesi hanno creato alcune delle società più grandi e di maggior successo al mondo in settori come tecnologia e vendite al dettaglio, nel biennio 2016-2018, hanno fondato più di 50 società definite “unicorni”, aziende con una valutazione di mercato superiore al miliardo di dollari, cifra di poco inferiore a quella statunitense che ne ha registrate 62.
Questi imprenditori: giovani e incontenibili, trasformano continuamente le loro aziende, sviluppano nuovi modelli di business, entrano rapidamente in nuovi settori, fatti da sé, determinati a sfruttare uno dei momenti migliori della storia per la nuova imprenditorialità, intenzionati a contribuire a un cambiamento positivo della società.
I miliardari asiatici, con la sfida all’America di Trump, nel settore innovazione e imprenditorialità tecnologica, hanno raggiunto gli Stati Uniti per volume di finanziamento in capitale di rischio alle start-up, hanno registrato quattro volte più brevetti legati all’intelligenza artificiale e tre volte più brevetti relativi a blockchain e criptovalute rispetto ai loro omologhi dell’emisfero occidentale, oltre a creare posti di lavoro e prosperità, le loro iniziative hanno un impatto che va al di là dell’economia, emerge una nuova generazione che coglie opportunità nelle principali sfide ambientali e sociali alle quali l’umanità deve far fronte.
In Italia, il numero dei miliardari è salito da 42 a 43, la loro ricchezza è cresciuta del 12%, attestandosi sui 170 miliardi di dollari, la metà di questi ha creato da sola la sua ricchezza e non l’ha ereditata, i settori da cui provengono sono tre: finanziario, industriale e della vendita al dettaglio.
Ubs sottolinea come l’urbanizzazione e la rapida crescita della produttività stanno aiutando i giovani imprenditori cinesi a costruirsi la loro fortuna, ma una guerra commerciale con gli Stati Uniti potrebbe mettere a repentaglio la crescita economica e la creazione di ricchezza.
Alfredo Magnifico

Commenti Facebook