Imprese under 35: continua ad essere molto attiva la componente giovanile del tessuto imprenditoriale molisano

484

Sono 3.792 le imprese giovanili registrate in Molise, e di queste, quasi una su tre è a trazione femminile: complessivamente si tratta di 1.125 unità, pari al 29,7% del totale delle imprese giovanili. Come mostra l’Ufficio Studi e Ricerche di Unioncamere Molise sulla base dei dati al 30 settembre scorso, le imprenditrici under 35 sembrano avere una marcia in più rispetto al totale delle imprese giovanili.
Rispetto al trimestre precedente, l’imprenditoria giovanile fa registrare un aumento sia tra le imprese registrate che quelle attive, come risultano in aumento le imprese in scioglimento o liquidazione, mentre resta invariato il numero di quelle con procedure concorsuali.
Le iscrizioni di nuove imprese giovanili (pari a 134 su 368 totali) rappresentano più di un terzo delle iscrizioni totali e risultano in aumento rispetto alle 125 dello stesso trimestre di un anno prima, con il tasso di iscrizione pari a +3,59%.
Dall’altro lato aumentano anche le cessazioni (sempre considerate al netto di quelle operate d’ufficio), passate dalle 49 del terzo trimestre 2014 alle 73 di questo trimestre.
Come sintesi di questi due andamenti, il saldo resta positivo e pari +61 imprese giovanili nel periodo (era stato pari a +76 imprese lo scorso anno) con il tasso di crescita pari +1,64%.
Sempre tra giugno e settembre 2015 sono nate 52 nuove attività con alla guida giovani imprenditrici a fronte delle 25 chiusure. Il saldo è stato, quindi, positivo per 27 unità, con un tasso di crescita pari a +2,46%, superiore a quello del totale delle imprese under-35.
Da un’analisi per forme giuridiche, si continua ad osservare, tra le imprese giovanili, un aumento soprattutto delle società di capitale che presentano sia una variazione positiva dello stock (differenza fra terzo trimestre 2015 e terzo 2014) di 82 imprese, sia una variazione positiva del saldo demografico di +28, sintesi di 30 iscrizioni e 2 cessazioni. In generale l’andamento positivo del saldo demografico ha investito tutte le classe di natura giuridica, ad eccezione delle società di persona (-4 imprese), con ottima performance nel tasso di crescita soprattutto per le Società di capitale (+4,14%), e delle cooperative (+4,69%), anche se in termini numerici queste ultime rappresentano solo l’1,8% del tessuto imprenditoriale molisano e fanno registrare nel trimestre 4 iscrizioni e 1 cessazione. Saldo demografico positivo anche per le Ditte individuali (+34 unità) con un tasso di crescita pari a +1,29%, mentre il saldo di stock tra i trimestri è negativo per -189 unità.
Resta elevata la percentuale di imprese giovanili sul totale delle imprese registrate in settori strategici quali turismo (18%), altri settori (16%), assicurazioni e credito (15%) e commercio (15%). Tra le imprese giovanili, invece, i settori dove c’è la maggiore concentrazione sono il commercio, le costruzioni e l’agricoltura: ben 1.127 nel commercio (pari a circa il 32% del totale imprese under 35), 493 nell’agricoltura (pari a circa il 14%), 460 nelle costruzioni (circa il 13% di tutte quelle guidate da giovani).
Quanto alle giovani imprenditrici, se una larga parte, nel mettersi in proprio ha preferito restare nel solco della tradizione, operando in alcuni settori più tipicamente legati all’intraprendenza femminile, moltissime altre si sono avventurate in terreni in cui la presenza maschile è solitamente predominante.
Al primo gruppo delle tradizionaliste appartengono le 153 giovani imprese femminili che si occupano prevalentemente di servizi alla persona e quelle legate al mondo della sanità e assistenza. Sono questi i due ambiti in cui il peso della presenza femminile sul totale delle imprese è maggiore, tanto nel caso dell’universo complessivo delle capitane d’azienda, quanto in quello delle giovani imprenditrici, dove addirittura le imprese guidate da donne sono ben oltre la metà della attività giovanili totali. Sempre restando nel solco della tradizione, le imprenditrici under 35 guidano quasi la metà delle iniziative giovanili nel settore dell’istruzione e rappresentano quasi un terzo delle giovani imprese che operano nel turismo e nella ristorazione.
Ma nella loro voglia di affermazione, sono molte le giovani donne d’impresa molisane che “contendono il posto” agli uomini in settori solitamente appannaggio della componente maschile. Quello delle attività finanziarie e assicurative, ad esempio, dove le imprese femminili under 35 sono circa il 38% delle giovani imprese molisane, o nel settore artistico, sportivo e di intrattenimento dove rappresentano circa il 34%, o ancora nelle attività professionali, scientifiche e tecniche dove sono circa il 27% del totale delle imprese giovanili.

Commenti Facebook