Con 325mila libretti e 835mila buoni postali, il Molise è la prima regione in Italia nel rapporto tra abitanti e i due prodotti del risparmio postale

310

Risparmiatori molisani da record nazionale. Con 325mila libretti di risparmio attivi e 835mila buoni fruttiferi postali sottoscritti, ad oggi il Molise è la prima regione in Italia nel rapporto tra abitanti e i due prodotti del risparmio postale attivi e sottoscritti. Statisticamente, infatti, ogni cittadino molisano è titolare di oltre un libretto e ha sottoscritto quasi tre buoni fruttiferi. Il Molise, inoltre, è l’unica regione italiana in cui il numero dei libretti postali attivi supera il numero degli abitanti.


Su base provinciale, il rapporto è particolarmente significativo nella provincia di Isernia, dove su una popolazione di circa 84mila abitanti sono attivi 99mila libretti (118%) e sottoscritti 308mila buoni postali (367%). Nella provincia di Campobasso, per i 220mila residenti sono attivi 226mila libretti (103%) e sottoscritti 527mila buoni postali (238%).


Una tradizionale vocazione al risparmio postale, quella dei molisani, confermata anche durante i mesi dell’emergenza sanitaria, caratterizzati da una forte incertezza, grazie alla possibilità di sottoscrivere buoni postali e di aprire libretti di risparmio postale sul sito poste.it o tramite l’app BancoPosta.
Grazie alla digitalizzazione dell’offerta, Poste Italiane si è confermata nel ruolo di porto sicuro del risparmio, mettendo a disposizione degli italiani prodotti che permettono di investire anche piccole somme, con la protezione offerta dalla garanzia dello Stato, a fronte di una buona redditività.


E’ infatti possibile sottoscrivere i buoni fruttiferi postali, aprire un libretto smart e accantonare delle somme con l’offerta “Supersmart”, direttamente dal sito www.poste.it oppure tramite l’app BancoPosta dal proprio smartphone o tablet, senza necessità di recarsi in ufficio postale.
A partire dall’8 maggio 2020, in concomitanza con l’inizio della fase due “post-emergenza”, le condizioni economiche della gamma di offerta dei buoni fruttiferi postali sono state riviste al rialzo. Inoltre, nel corso del mese di giugno sono state lanciate tre nuove offerte: il “Buono Rinnova” dedicato al reinvestimento delle scadenze di buoni, “l’offerta Supersmart Premium Digital” dedicata alla nuova liquidità ed il “Buono Soluzione Eredità”, rivolto ai beneficiari di un procedimento successorio.


In particolare, per la prima volta è stata lanciata un’offerta Supersmart “Premium Digital” a 150 giorni, dedicata esclusivamente al canale digitale, che riconosce a scadenza un tasso d’interesse annuo lordo dello 0,70%. Inoltre, sempre in ottica di miglioramento della digitalizzazione del paese, è stata introdotta la possibilità di sottoscrivere, anche online, il “Buono Rinnova”, dedicato a coloro che abbiano almeno un buono scaduto a partire dal 1° maggio 2020 e rimborsato, con una durata di sei anni e un tasso di rendimento annuo lordo a scadenza dell’1%.


Poste Italiane ricorda che i buoni fruttiferi postali e libretti di risparmio sono garantiti dallo Stato Italiano e sono esenti da costi, salvo gli oneri fiscali; i buoni sono, inoltre, esenti da imposta di successione e soggetti ad una tassazione agevolata del 12,50% sugli interessi.

Commenti Facebook