Ritardo nei pagamenti nella Seac, D’Alessandro manifesta vicinanza: “seguirò la vicenda da vicino”

146

La Seac ritarda nel pagamento delle retribuzioni ai dipendenti e la questione finisce sui tavoli della medesima società, che gestisce il trasporto pubblico urbano a Campobasso, del prefetto e del sindaco del capoluogo molisano, del governatore e dell’assessore regionale al ramo. Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti e Ugl Autoferro hanno evidenziato come sia “intollerabile che un’azienda di trasporto pubblico locale che beneficia puntualmente di contributi pubblici, che di fatto non ha rischi di impresa e che, di recente, si è vista persino prorogare per l’ennesima volta dall’amministrazione Comunale di Campobasso, la concessione del servizio a tutto il 31 dicembre 2021, possa assurgere a simili comportamenti irrispettosi nei confronti del personale”.

Eppure, il servizio è stato sempre garantito, nel rispetto di tutte le misure di sicurezza disposte per evitare il contagio da Covid 19. I dipendenti hanno continuato a rendere possibile la mobilità di migliaia di persone, nonostante il sovraffollamento e il rischio di aggressioni, subendo pure  , ritardi nell’erogazione del sostegno al reddito e riduzione del salario a causa del ricorso da parte dell’azienda agli ammortizzatori sociali. Da parte dell’azienda, come aggiunto dai sindacati, addotta la motivazione della “chiusura degli uffici nei trascorsi giorni festivi”. Una data per le corresponsioni, però, non è stata ancora definita.

“Problematiche che continuano ad affliggere il comparto – ha ribadito la consigliera della Lega al Comune di Campobasso, Maria Domenica D’Alessandro – è umiliante non ricevere un compenso dopo aver lavorato tra mille difficoltà, ma sempre con dedizione e professionalità. Esprimo la mia vicinanza ai dipendenti della Seac e spero che presto tutto torni alla normalità. Intanto seguirò da vicino la vicenda”

Commenti Facebook