Potenziamento e affidamento della gestione ai privati del Terminal Bus

777

cefarattiLa mobilità urbana, il presente e il futuro del trasporto pubblico urbano ed extraurbano sono ormai temi di strettissima attualità e di vitale importanza per la comunità. Per questo motivo, l’Assessore Comunale Nicola Cefaratti avverte la necessità di fare il punto sulla situazione e di informare la cittadinanza.
“Le polemiche sorte nell’ultimo periodo in merito al delicato tema del trasporto locale preoccupano giustamente l’opinione pubblica, perché un territorio non può certo prescindere dalla qualità dei servizi e dalla funzionalità delle sue infrastrutture.

Inutile negare che, considerato il difficile momento storico in cui viviamo, le pubbliche amministrazioni faticano più del solito a trovare soluzioni immediate, anche a causa di una carenza di risorse che obbliga gli attuali amministratori, a tutti i livelli, a ponderare con senso di responsabilità le scelte e a fare affidamento ad una programmazione seria e non improvvisata. Bisogna però subito chiarire, per quanto concerne il Capoluogo, che le prospettive di rilancio ci sono eccome e sono confortate dai numeri e dai fatti. Le buone notizie riguardano proprio il Terminal Bus di Campobasso, per anni al centro di mille polemiche e divenuto suo malgrado simbolo di cattiva amministrazione e malapolitica. La delibera di Giunta Comunale n. 184 del 21 agosto 2013 destina infatti due milioni e 500mila euro al potenziamento del Terminal. Ovviamente gli interventi (tesi a migliorare i servizi e a tutelare la sicurezza degli utenti) da soli non bastano, se non sono accompagnati da un’attenta e continua gestione. Anche in tal senso, le buone nuove non mancano. Perché tra poche settimane approderà in Consiglio comunale la delibera per avviare le procedure di affidamento ai privati (attraverso una procedura di gara pubblica) della gestione del Terminal Bus di Campobasso, argomento già trattato in Commissione consiliare grazie al prezioso e qualificato lavoro messo in atto dal presidente Sabelli. Bisogna prendere atto che strutture come quelle del Terminal non possono essere gestite direttamente dall’ente pubblico, per evidenti questioni di natura economica e per la necessità di affidarle a soggetti in grado di valorizzarle e di garantire quotidianamente servizi efficienti alla cittadinanza. E’ bene ricordare poi che a breve verrà riproposto il bando per il trasporto pubblico urbano, che darà definitivamente il via ad una nuova stagione della mobilità cittadina. Proprio grazie alla centralità del Terminal, al fondamentale ruolo che andrà definitivamente a ricoprire e alle innovazioni previste nel bando del trasporto pubblico locale, il tema della mobilità cittadina sarà affrontato con un approccio del tutto nuovo, prevedendo un modello di innovativa intermodalità del trasporto locale, che consentirà alla nostra città di fare un notevole salto di qualità”.

Commenti Facebook