Occhi da amare: Giovani e guida sicura protagonisti della giornata mondiale della vista

1719

La vista va protetta sin da giovani, non prendersene cura può significare metterla a repentaglio. Si celebra giovedì 9 ottobre la Giornata mondiale della vista, promossa dall’Agenzia Internazionale per la Prevenzione della Cecità-IAPB Italia onlus e dall’Organizzazione mondiale della sanità (Oms). In oltre 70 città italiane, in collaborazione con l’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti, verranno effettuati controlli oculistici gratuiti, distribuzione di opuscoli informativi e conferenze. Questa nuova edizione è dedicata, nel nostro Paese, ai giovani e alla guida sicura.
Giovani più a rischio traumi, congiuntiviti e cheratiti
I giovani sono più frequentemente esposti a traumi, congiuntiviti e cheratiti (infiammazioni della superficie dell’occhio ovvero della cornea) che possono essere causate anche da un errato impiego delle lenti a contatto. Normalmente bisogna agire con la prevenzione, molte malattie e danni oculari sono evitabili.

Occhio alla strada
Almeno un automobilista su dieci non sa di avere problemi visivi. Si ritiene che più della metà degli incidenti stradali sia dovuto a una vista non ottimale dei guidatori. La lettura delle informazioni stradali è, in questo caso, più difficoltosa e i tempi di reazione si allungano. Quindi coloro che guidano devono recarsi regolarmente da un oculista e fare uso delle correzioni eventualmente prescritte.

Quando gli occhi vengono colpiti
Oltre ai periodici controlli oculistici, è certamente buona norma, per la prevenzione dei traumi oculari, svolgere qualsiasi attività con la maggiore attenzione possibile, indossando quando necessario occhiali protettivi o speciali mascherine. Poiché non sempre si adottano le necessarie precauzioni, i traumi oculari sono un evento piuttosto frequente. L’occhio è, infatti, la terza parte del corpo ad essere più colpita dopo le mani e i piedi e il più delle volte, i traumi possono essere prevenuti . La stessa cosa è vera per le malattie oculari; l’80% dei casi di cecità nel mondo si  può evitare.
Conferenza e medaglie alla Camera dei Deputati

Giovedì 9 ottobre il tema della prevenzione della cecità “entrerà” nelle istituzioni della Repubblica. Si terrà, infatti, alle ore 11 un incontro presso la Camera dei Deputati (è necessario l’invito o l’accredito stampa e si terrà nella Sala Aldo Moro). L’avv. Giuseppe Castronovo, Presidente dell’Agenzia Internazionale per la Prevenzione della Cecità-IAPB Italia onlus, conferirà una medaglia di benemerenza al Ministro della Salute Beatrice Lorenzin. Un’altra medaglia verrà consegnata anche al Consigliere di Stato Claudio Zucchelli. Sono previsti gli interventi di:
Beatrice Lorenzin, Ministro della Salute
Giuseppe Castiglione, Sottosegretario alle politiche agricole, alimentari e forestali
Silvio Paolo Mariotti, Prevenzione Cecità – Organizzazione Mondiale della Sanità
Nico Cereghini, Giornalista e motociclista professionista
Filippo Amore, Coordinatore attività mediche Polo Nazionale di Servizi e Ricerca prevenzione cecità e riabilitazione visiva
Mario Stirpe, Presidente Commissione Nazionale per la Prevenzione della Cecità
Mario Barbuto, Presidente Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti
Matteo Piovella, Presidente Società Oftalmologica Italiana

La Sezione Provinciale UICI di Campobasso aderisce alla campagna di prevenzione con distribuzione di opuscoli informativi presso cinque scuole del capoluogo e con un incontro con gli alunni delle quarte ginnasiali del liceo Classico “M.Pagano” di Campobasso, sito in via Scardocchia, alle ore 12:00 con l’oculista dott.ssa Mariluccia Cassetta e il Presidente della Sezione Provinciale dell’ UICI Annamaria Di Stasio.

Commenti Facebook