‘Kiss me deadly’, rassegna sul noir ha chiuso la prima settimana con un’ampia partecipazione di appassionati

886

La rassegna cinematografica sul noir ‘Kiss me deadly’, promossa dall’assessorato alla Cultura del Comune di Campobasso, Emma de Capoa, curata dall’associazione Thelonious Monk e rientrante nel cartellone degli eventi del cartellone estivo, ha chiuso la prima settimana con un’ampia partecipazione da parte di centinaia di appassionati al cinema e al genere noir. Ottime le scelte realizzate dal regista Leopoldo Santovincenzo, campobassano trapiantato a Roma, attuale responsabile della programmazione di Rai4.
Due proiezioni nell’incantevole scenario di Villa de Capoa, tornata a vivere nelle ore serali per l’occasione: in entrambe le circostanze tutti i posti a sedere andati esauriti già una mezz’oretta prima dell’inizio della proiezione.
Successo di pubblico per le prime due proiezioni: ‘Chi è senza colpa’ di Michaël R. Roskam e ‘Cold in July’ di Jim Mickle con quest’ultimo film che ha sostituito, per un problema tecnico, quello inizialmente previsto: ‘French Connection’, la cui proiezione sarà recuperata la prossima settimana, densa di appuntamenti da lunedì 24 a sabato 29 agosto.
“Innanzitutto ringrazio quanti, e sono stati in tanti, che ci stanno onorando della loro presenza nelle prime due serate di ‘Kiss me deadly’, segno questo che il cinema è ancora una passione di tanti campobassani – le parole dell’assessore alla Cultura, Emma de Capoa –. Questa rassegna cinematografica mi sta particolarmente a cuore, perché il cinema mi ha sempre appassionato, come la letteratura e il teatro, perché ho voluto soddisfare le richieste di tanti cittadini, potenziando in tal modo l’interesse per la cultura cinematografica, perché mi auguro che questa sia la prima di una fortunata serie di edizioni, che spinga tante persone, appassionate di buon cinema, a venire a Campobasso. In sostanza – prosegue Emma de Capoa –, la scommessa è quella di fare in modo che l’evento si affermi nel tempo, divenendo un appuntamento fisso, conosciuto non solo a Campobasso, ma anche oltre i confini regionali, diretto a creare e incentivare uno scambio culturale con cineasti, critici cinematografici, scrittori e registi. Interessanti saranno gli appuntamenti pomeridiani della prossima settimana, durante i queli si discuterà del noir classico, di cosa caratterizza il cinema noir e della progressiva evoluzione del genere dal 1945 al 2015. Più che parlare di genere, molti critici preferiscono sottolineare che il noir costituisca una tendenza dell’immaginario, uno stile di cui non è facile dare una definizione. Ne sono elementi la violenza, il crimine, il degrado ambientale e morale, ne sono protagonisti personaggi inquieti, insicuri, violenti, che vivono violando le leggi in eterno conflitto tra il bene e il male. Tutti questi elementi – conclude l’assessore – sono un veicolo per trasmettere un messaggio sociale più profondo e per permettere, in sostanza, di analizzare in maniera più profonda l’attualità del nostro vivere”.
La kermesse ‘Kiss me deadly’ riprenderà lunedì 24 e martedì 25 agosto con altre due proiezioni in Villa de Capoa: si inizia con Mud di Jeff Nichols, per proseguire con l’italiano Senza nessuna pietà di Michele Alhaique.
Da mercoledì 26 a sabato 29 agosto nella Sala Alphaville all’ex Onmi doppio appuntamento quotidiano.
Mercoledì 26, prima della proiezione de ‘Il fuoco della vendetta’ di Scott Cooper (ore 21) con presentazione di Renato Venturelli, è in programma un incontro (ore 18,30) con quest’ultimo dal tema ‘L’età del noir. Intorno alla definizione di un genere’.
Giovedì 27 il tema del momento di confronto, alle ore 18,30, sarà ‘Grandi crimini, piccoli schermi. La declinazione televisiva del noir’ con la partecipazione di Andrea Fornasiero. La proiezione alle ore 21 sarà Blue Ruin di Jeremy Saulnier.
Venerdì 28 si parlerà (ore 18,30) del ‘Noir: infiltrazioni e contagi. Limiti della definizione di un genere nell’evoluzione del cinema: 1945-2015’ con Carlo Modesti Pauer. Alle 21, invece, un film cinese ‘Fuochi d’artificio in pieno giorno’ con Diao Yinan.
Doppio momento di confronto, infine, sabato 29: alle 17 si parlerà col vinchiaturese Pasquale Pede de ‘Le radici del noir. Fra letteratura e cinema; alle ore 18,30 con Marcello Rossi, coordinatore artistico del Fantafestival di Roma, il tema sarà ‘Conversazione sul festival cinematografico di genere in Italia’. Alle 21 al Teatro Savoia il gran finale con lo spettacolo ‘Doppelganger. Chi cammina al tuo fianco’, per il quale occorrerà ritirare il biglietto a partire dalle ore 17.
Da mercoledì 26 a sabato 29 agosto, inoltre, è in programma una mostra-mercato del libro noir.

Commenti Facebook