I “tre scatti” di Natale … a Campobasso

227

Il Natale si avvicina, e anche quest’anno la città di Campobasso si “veste” di luci natalizie.

Questa volta, visto il periodo legato alla pandemia, ai Dpcm mensili con allegati divieti, anche le festività natalizie, subiscono un ridimensionamento. Economico per le attività e per molti lavoratori, un ritorno alla semplicità per quanto riguarda le abitudini.

Constatando, in prima persona, gli addobbi del capoluogo, mi sono divertita ad ascoltare le frasi, di alcuni cittadini che ” ammiravano” se così si può dire questi tre angoli al centro della città.

” Diavolo e tunzella”, emblema dei Misteri, piazzati lì in un angolo dela piazza, << ma che ciazzecchen >> dice un signore << bho, se sarann sbagliat >> risponde un altro. A voler sottilizzare, forse si vuole ricordare la sfilata invernale avvenuta il 2 Dicembre del 2018, e allora questo siparietto avrebbe avuto un senso, oggi non saprei… I Misteri sono l’emblema del Capoluogo, ma ci potrebbero essere modi diversi per farne una unicità tutto l’anno, è vero che il 2020 ha visto molti eventi annullati, come quello della sfilata degli ingegni, comunque vado oltre, mi sposto di qualche metro.

Ogni anno all’interno della fontana viene allestito il Presepe, questa volta mi trovo di fronte a qualcosa, tra antico e presente? Se da una parte i misteri per ricordare la tradizione popolare, questo quadretto cosa rappresenta? Abituati alla tradizione religiosa natalizia della sacra famiglia, si resta disorientati. Ma ognuno ha i suoi gusti … andiamo oltre …


Dopo pochi metri, in villa troviamo il Polo Nord, due orsi, un igloo e un pinguino … parco dedicato ai bambini…

Questa mattina in allestimento anche l’albero di natale, un abete … ma questa è un’altra storia…

Come sempre gli addobbi natalizia fanno parlare, in bene o in male, ma fanno parlare. E su facebook i commenti non mancano , anzi … (MDL)

Commenti Facebook