Gastone Breccia presenterà il suo libro” Guerra all’ISIS. Diario dal fronte curdo” all’UniMol

1154

«No press card, I’m sorry. University Professor, no journalist»… Ha dovuto ripeterlo a tutti, in inglese di base e a gesti: poliziotti turchi, peshmerga, guerriglieri del PKK, un albergatore, l’onnipotente responsabile del posto di frontiera tra il Kurdistan iracheno e il Rojava, un simpatico tassista che voleva sapere chi stava portando in prima linea, la comandante Meriem a Kobane. Quasi tutti restavano inizialmente un po’ stupiti.  Sensazione del resto condivisa da colleghi e studenti in Italia: perché mai uno storico dovrebbe andare a vedere una guerra? È dalla città di Erbil, capitale della regione autonoma del Kurdistan, che inizia il viaggio dell’autore, lungo la linea che divide le forze curde dai miliziani neri di Da’ish, lo Stato Islamico: un viaggio che lo ha portato fra i peshmerga del Krg, soldati per tradizione e abitudine; fra i nostri paracadutisti della «Folgore», professionisti che li addestrano a combattere utilizzando le tattiche più moderne ed efficaci; fra i guerriglieri del Pkk, in Iraq e in Siria, per i quali respingere gli integralisti del califfato è solo un nuovo capitolo della lunghissima lotta per la libertà.  Un reportage teso e affascinante per aiutarci a capire questa guerra e il modo in cui viene combattuta dagli uomini e dalle donne di un popolo coraggioso, che sta conquistandosi la gratitudine del mondo pur non avendo ancora una vera patria.  Gastone Breccia, docente di Storia bizantina all’Università di Pavia, e tra i massimi esperti italiani di storia militare, già ospite di UniMol per un convegno del 12 novembre 2015, presenterà il suo libro, Guerra all’ISIS. Diario dal fronte curdo – (il Mulino, Bologna 2016) – che documenta, con uno stile storiografico che ricorda e aggiorna l’Anabasi di Senofonte, il dramma di un conflitto che sta sconvolgendo il Medio Oriente e il Mediterraneo, e sta provocando, tra persecuzioni delle minoranze, anche cristiane, e tra le rovine di un inestimabile patrimonio artistico, un’ondata migratoria senza precedenti.

L’iniziativa, promossa dal corso di laurea in Scienze della comunicazione in collaborazione con il Dottorato di ricerca in innovazione e gestione delle risorse pubbliche – curriculum di Scienze sociali, politiche e della comunicazione – e con il coordinamento scientifico e organizzativo di Marco Stefano Birtolo, vedrà gli interventi dei docenti di UniMol Ivo Germano, direttore responsabile della rivista interdisciplinare on line Politica.eu, e Flavia Monceri, vicepresidente del corso di laurea in Scienze della comunicazione.  I lavori saranno introdotti da Lorenzo Scillitani, presidente del cdl in Scienze della comunicazione.

Giovedì 14 aprile ore 14.00 – II Edificio Polifunzionale  Aula sperimentale, 1° piano – Via F. De Sanctis Campobasso

Commenti Facebook