Confusione sulle norme di riapertura bar e ristoranti, intervengono Colagiovanni e Fasolino

168

I consiglieri comunali dei Popolari per l’Italia, Salvatore Colagiovanni e Carla Fasolino, si uniscono a quanto affermato dal presidente di Federimpreseitalia Molise, Antonio Di Franco, che aveva lanciato l’allarme sulla confusione relativa alle norme poco chiare sulle riaperture di bar e ristoranti in zona gialla.

Relativamente ai bar e agli esercizi simili senza cucina, infatti, l’interpretazione normativa non è chiara e, così, la Polizia Municipale di Campobasso, nella serata del 26 aprile, ha intimato la chiusura di dette attività dopo le 18. Fino alle 22 dette attività non hanno potuto far consumare nemmeno ai tavoli esterni al locale.

“Il settore del commercio è già in forte crisi – hanno affermato i consiglieri comunali di Palazzo San Giorgio, Salvatore Colagiovanni e Carla Fasolino – Prima di assumere una qualsivoglia decisione occorre interpretare bene le norme, al fine di non colpire un settore già duramente provato dalla pandemia”.

“Chiediamo all’amministrazione comunale di verificare quanto accaduto e vigilare sull’operato, perché non si può penalizzare ulteriormente le attività commerciali, perché la norma è poco chiara”, hanno proseguito Colagiovanni e Fasolino.

“Viviamo un momento difficile e tutte le attenzioni devono andare su coloro che, costretti a restare chiusi o lavorare in maniera parziale per troppo tempo, oggi non possono più perdere tempo”, hanno concluso i due amministratori dei Popolari per l’Italia.

Commenti Facebook