Bregantini ha ricevuto le organizzazioni sindacali molisane

375

Nel pomeriggio di ieri, l’arcivescovo di Campobasso-Boiano Giancarlo Bregantini ha incontrato i responsabili sindacali di CGIL, CISL e UIL del Molise. L’incontro, sollecitato dai Sindacati, ha consentito un confronto sull’attuale situazione sociale, economica, occupazionale e politica complessiva del Paese e del territorio molisano, con specifico riferimento alle crisi aziendali più rilevanti,  alle difficoltà sempre maggiori di garantire, in prospettiva, un reddito alle famiglie dei lavoratori, all’impoverimento dei cittadini e dei pensionati in particolare.

Del Fattore, Notaro e Sasso, rappresentanti le tre Organizzazioni confederali,  hanno informato il vescovo delle iniziative sindacali in atto che puntano a modificare i contenuti della Legge di stabilità in discussione in Parlamento allo scopo di diminuire la tassazione sui redditi dei lavoratori dipendenti e dei pensionati, per la riapertura della contrattazione nei settori pubblici e il finanziamento degli ammortizzatori sociali, per la realizzazione di opportunità di lavoro soprattutto per i tanti giovani disoccupati. Le iniziative sindacali sono anche rivolte alle specificità molisane, per pretendere un impegno più concreto della Regione sull’emergenza occupazionale, per servizi socio sanitari di qualità, per il più efficace utilizzo dei fondi comunitari.
Nel corso dell’incontro, è emerso che tanto il vescono quanto i sindacati avvertono il pericolo che la difficile situazione economica porti ad uno scadimento della coesione sociale, al venir meno dei valori della solidarietà e del bene comune, alla disperatata ricerca di risposte che certo non possono essere trovate né dal richiudersi di ognuno nel proprio particolare né dalle forme di protesta qualunquiste e generiche.
Il vescono, consapevole del difficile momento che il popolo italiano e molisano sta attraversando, ha tenuto a manifestare l’apprezzamento per l’azione comune delle tre organizzazioni sindacali, osservando come l’unità sindacale sia di per sé un valore e un elemento qualificante per dare voce al mondo del lavoro e dare forza alla rivendicazione di dignità da parte dei lavoratori, dei pensionati e dei cittadini tutti.
Proprio per questo, ha assicurato Bregantini –  nel percorso disegnato dal Sindacato volto a garantire  un’assunzione di responsabilità da parte di ognuno per le proprie competenze, a rappresentare in maniera sempre più viva e continuativa  le istanze dei lavoratori e dei pensionati molisani, a  pretendere impegno da parte del parlamento e della regione per costruire una speranza ed un futuro migliore –  non mancherà l’attenzione, la vicinanza, il confronto e la condivisione da parte della diocesi, del clero molisano, dalla comunità cristiana.
All’esito dell’incontro, il Vescovo ed i sindacati hanno, dunque, condiviso l’idea di ricercare ulteriori opportunità di confronto per far sentire la voce di coloro che vivono più da vicino situazioni di disagio, portando avanti ogni iniziativa che possa essere utile per la realizzazione del benessere della collettività.
Un incontro importante, dunque, quello di ieri all’insegna della collaborazione e volto al raggiungimento di un obiettivo comune: lavoro e dignità per tut

Commenti Facebook