Home Dal Territorio La ricercatrice Neuromed Daniela Carnevale diventa Accademico della American Hearth Association

La ricercatrice Neuromed Daniela Carnevale diventa Accademico della American Hearth Association

347

Daniela Carnevale, ricercatrice dell’Università Sapienza di Roma presso il Dipartimento di Angio-Cardio-Neurologia dell’I.R.C.C.S. Neuromed di Pozzilli (IS) ha ricevuto un prestigioso riconoscimento dalla American Hearth Association (AHA). Grazie alle sue ricerche sui fattori determinanti dell’ipertensione arteriosa, la ricercatrice è stata premiata con la nomina a “fellow” (un titolo che può essere tradotto come “accademico”) dell’organizzazione scientifica statunitense.

Il premio è stato assegnato durante il recente meeting del Council on Hypertension, a Orlando, in Florida. A questo convegno Carnevale ha partecipato con ben tre lavori scientifici, tutti rivolti a chiarire i meccanismi che legano il sistema immunitario a quello cardiovascolare, soprattutto per quanto riguarda la pressione arteriosa elevata.

“Questo riconoscimento – dice Giuseppe Lembo, Professore nella Facoltà di Medicina dell'Università Sapienza di Roma e Direttore del Dipartimento di Angio-Cardio-Neurologia del Neuromed – è un segnale molto importante per il lavoro che il nostro dipartimento porta avanti nel comprendere meglio i meccanismi alla base dell’ipertensione. E con gli sforzi di Daniela Carnevale e di tutti gli altri componenti del nostro team intendiamo ancora una volta dare il nostro contributo al Neuromed nel suo complesso, a ribadire il ruolo di questo Istituto nel panorama scientifico internazionale”.

L’IRCCS Neuromed

L’Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico (IRCCS) Neuromed di Pozzilli (IS) rappresenta un punto di riferimento a livello italiano ed internazionale per la ricerca e la terapia nel campo delle malattie che colpiscono il sistema nervoso. Un centro in cui i medici, i ricercatori, il personale e gli stessi pazienti formano una alleanza rivolta a garantire il miglior livello di assistenza possibile e cure all’avanguardia, guidate degli sviluppi scientifici più avanzati.

Commenti

commenti

Commenti

commenti