Home Politica L’ #iodicoNO TrenoTour arriva in Molise

L’ #iodicoNO TrenoTour arriva in Molise

275

Martedì 22 novembre, ore 19.30, al mercato coperto di Campobasso tanti portavoce alla Camera e in Senato saranno insieme a Patrizia Manzo, Antonio Federico e a tutti i nostri rappresentanti nei Comuni molisani per spiegarvi il NO alla riforma costituzionale. Sarà una serata unica
Da giorni i portavoce del MoVimento 5 Stelle sono saliti in treno per l’ #iodicoNo TrenoTour che li sta portando in giro per l’Italia a spiegare le ragioni del NO al referendum costituzionale del 4 dicembre. Uno splendido viaggio di oltre 6 mila chilometri lungo tutta la penisola su treni regionali, autobus e traghetti, con 47 tappe (una per ogni articolo della Costituzione devastato dalla controriforma Renzi-Verdini-Boschi) più l’evento finale previsto il 2 dicembre a Torino. Saranno quindi 48 le cittadine italiane toccate dal tour che martedì 22 novembre arriverà a Campobasso.
I portavoce del M5S arriveranno a bordo di un autobus di linea che partirà da Benevento. L’appuntamento con tutti molisani è fissato al mercato coperto di via Monforte. Insieme ai nostri Patrizia Manzo e Antonio Federico, ci saranno i portavoce nei Comuni di Campobasso, Isernia e Termoli e tanti altri ospiti. Il tour che arriva in Molise è lo stesso che sta riempiendo le piazze italiane con i portavoce alla Camera Alessandro Di Battista e Riccardo Fico, con Danilo Toninelli e Carlo Sibilia, oppure con i portavoce in Senato Nicola Morra e Gianluca Castaldi.
Tutti uniti per spiegare ai cittadini l’inganno della riforma. Uno stravolgimento di ben 47 articoli della nostra Costituzione che toglierà potere decisionale al popolo con un Senato non più eletto dai cittadini e con senatori scelti dai partiti tra consiglieri regionali e sindaci, che godranno dell’immunità e che dovranno fare il doppio lavoro. Il tutto con costi sostanzialmente immutati, mentre se si fosse approvata la legge taglia-stipendi M5S ci sarebbero stati 87 milioni di euro di risparmi senza toccare la Costituzione, 30 milioni in più della ‘riforma’ Renzi-Verdini-Boschi.
Inoltre saranno triplicate le firme per presentare leggi d’iniziativa popolare, mentre Regioni ed enti locali vedranno esautorati i loro poteri in tema di difesa ambientale e del territorio, grandi infrastrutture ed energia. Insomma, una controriforma a cui dire NO.
Martedì sera, anche a Campobasso, i cittadini potranno invece parlare con i portavoce M5S delle riforme che servono davvero a questo Paese: lotta alla povertà e reddito di cittadinanza, una rete di trasporti locali efficiente, tutela del territorio, aiuti alle piccole e medie imprese, tutela del lavoro, lotta alla corruzione e alle mafie, sicurezza. Lavoriamo per questi obiettivi invece di stravolgere la Costituzione. #IoDicoNo

Commenti

commenti

Commenti

commenti