La Fly Sport Inail Molise esce a testa alta dal campo della capolista Dinamo Lab Sassari

852

Un grave errore arbitrale commesso ai danni di Loperfido e l’espulsione di Brandimarte, ambedue commessi al termine del secondo quarto, hanno di fatto falsato il match clou della quarta giornata del campionato nazionale di serie B che vedeva l’uno contro l’altra la prima in classifica, la Dinamo Lab Sassari, e la seconda in classifica, la Fly Sport Inail Molise. Ma andiamo alla cronaca del partita. Sul pronti e via la Fly Sport riesce ad arginare il gioco dei sardi riuscendo, tra le altre cose, a caricare di falli i loro migliori giocatori. Il risultato del primo quarto, 19-12 per il Sassari, è la più lampante dimostrazione dell’estremo equilibrio che regnava sul parquet. Equilibrio che, seppur in maniera diversa, caratterizzava anche il secondo quarto fino a pochi secondi dalla fine quando entrambi i lunghi del quintetto termolese dovevano uscire dal campo: Brandimarte per espulsione diretta e Loperfido per il raggiungimento del quinto fallo, anche se a referto risultavano solo quattro. L’intervallo lungo, dunque, segnava anche il momento topico della gara. Fuori i due lunghi titolari la Fly Sport nei restanti due quarti andava in difficoltà, perdendo nel contempo anche l’efficacia nell’arginare gli schemi offensivi della Dinamo Lab. A partita ormai compromessa coach Torregiani, nell’ultimo quarto, ha alternato in campo tutti i suoi ragazzi. Malgrado gli atleti termolesi escano a testa alta dal campo della capolista resta il forte rammarico di non aver potuto giocare la partita alla pari e con i quintetti titolari al completo fino al fischio finale della sirena. Una prova, quella offerta a Sassari, che, comunque, fa ben sperare per il proseguo del torneo e per la partita di ritorno che si giocherà a Termoli davanti ai sostenitori del PalaSabetta.

Commenti Facebook