Corrisernia: grazie al 1° Trofeo LIRH saranno premiati giovani ricercatori impegnati in Molise

455

Con la Corrisernia 2013, in programma domenica 22 settembre, la Nuova Atletica Isernia rafforza il connubio tra sport e sociale. Come di consueto alla gara parteciperanno i ragazzi dell’UNITALSI che, quest’anno, accompagnati dagli atleti NAI, avranno l’onore di aprire le competizioni. Quello con l’associazione, che da più di settant’anni, si occupa di diversamente abili è una collaborazione collaudata, rinforzata di recente dalla partecipazione degli atleti della società pentra alla processione del Rosario da Guinness. Una collaborazione che mira a sensibilizzare il mondo dello sport a guardare all’unicità delle persone e a far comprendere che per superare certe barriere è sufficiente un po’ di amore e buona volontà.

Rinnovata l’attenzione nei confronti delle intolleranze alimentari, con la partecipazione dell’AIC – Associazione Italiana Celiaci, della donazione del sangue, con la presenza dell’AVIS, e quella nei confronti di tematiche, quanto mai attuali, come giustizia e legalità con l’intervento dell’AIGA – Associazione Giovani Avvocati della provincia di Isernia.
Tutte le associazioni presenti alla kermesse avranno un proprio spazio all’interno dell’area Corrisernia allestita in piazza della Repubblica, dove avranno la possibilità di informare gli spettatori sulle loro attività. Sempre presenti, in qualità di collaboratori attivi soprattutto lungo il percorso, l’Associazione degli Alpini e la Protezione Civile.
Da sottolineare, dopo lo strepitoso successo del 1° Trofeo LIRH dello scorso maggio, la prosecuzione del progetto “NAI e LIRH Insieme – una corsa per la vita” che vedrà ancora una volta la società pentra farsi portavoce della ricerca. Infatti, parte del ricavato delle iscrizioni (fissate pari a € 3,00 per le gare promozionali e € 8,00 per la non competitiva) e della vendita della maglia celebrativa, a tiratura limitata, della partecipazione di Meucci, sarà devoluto alla Lega Italiana Ricerca Huntington e malattie correlate Onlus, presente anch’essa con un proprio spazio informativo
La Corrisernia, inoltre, è anche l’occasione per presentare ufficialmente il resoconto dei fondi raccolti in occasione del Trofeo LIRH, che l’Associazione ha deciso di destinare sottoforma di premi a ricercatori particolarmente impegnati in un importante progetto di ricerca epidemiologica.
I premi saranno consegnati ai diretti interessati durante le premiazioni della Corrisernia, che si fa sempre più manifestazione a 360 gradi!

Commenti Facebook