Cln Cus Molise, Drini carica l’under 19: Il gruppo deve essere la nostra arma in più

96

Pronto a dare il suo contributo alla causa. Alla vigilia del derby con la Chaminade in programma domenica mattina al Palaunimol, Antonio Drini carica la squadra. I l Cln Cus Molise under 19 è chiamato a riscattare il ko rimediato domenica contro il Sandro Abate e la stracittadina può essere l’occasione giusta.
Come giudica l’avvio di campionato da parte del Cln Cus Molise?
“Abbiamo avuto un esordio non facile sul campo del Futsal Fuorigrotta che è una delle squadre meglio attrezzate. Poi contro Salerno in casa abbiamo dimostrato di avere tanta grinta e siamo riusciti a portare a casa un successo importante. Infine domenica scorsa, sul campo del Sandro Abate eravamo riusciti a riequilibrare la contesa ma alla fine siamo stati costretti alla resa. Si poteva fare di più ma stiamo lavorando per crescere e migliorare”:
Domenica si torna a giocare in casa e sarà derby contro la Chaminade. Che match si aspetta?
“E’ una sfida difficile contro un’ottima squadra. Poi è un derby e quindi una partita particolarmente sentita. Sappiamo che non sarà semplice portare a casa dei punti ma lavoreremo in questa settimana per farci trovare pronti all’appuntamento. Cercheremo di fare bottino pieno”.
La squadra si sta amalgamando e sta venendo su un bel gruppo. Può essere questa l’arma in più per voi?
“Assolutamente sì. Stiamo crescendo sotto tutti gli aspetti e credo che il gruppo sia fondamentale per riuscire ad ottenere dei risultati positivi nel corso di questa stagione”.
Il girone, diverso da quello delle stagioni precedenti è più ‘tosto’ dove potete arrivare?
“Rispetto allo scorso anno è un campionato diverso. Ci sono squadre competitive e ben attrezzate, non esistono partite scontate e per questo bisogna dare sempre il cento per cento in ogni match per provare a portare a casa dei punti. Dobbiamo guardare ad una partita alla volta e poi alla fine vedremo dove saremo arrivati”.
Dal punto di vista personale è soddisfatto dell’inizio di campionato?
“Sono soddisfatto di quello che ho fatto fino ad ora ma non mi accontento. Posso crescere e migliorare, sto lavorando per riuscirci e per aiutare la squadra ad ottenere dei buoni risultati”.
Mister Di Stefano sta dando grande fiducia a tutti voi. E’ alla prima esperienza da allenatore, come si trova con lui?
“C’è grande feeling con lui. E’ un giocatore e vivendo il campo può darci sempre utili consigli per rendere nella maniera migliore possibile. Dobbiamo cercare di mettere in pratica quello che proviamo durante la settimana. Così facendo riusciremo a toglierci delle soddisfazioni”.

Commenti Facebook