Calcio a cinque/ Per la Chaminade sfuma l’occasione di accedere ai play-off

92

Il campionato 2018-2019 per la Chaminade Campobasso è andato ufficialmente in archivio. La società molisana ha aperto la sua stagione in centro città, sotto Palazzo San Giorgio ad agosto si è svolto l’evento “La Chami in Piazza”, manifestazione che da tre anni permette al club rossoblù di presentarsi alla cittadinanza e di promuovere lo sport del calcio a 5. Il torneo di Serie B per la Chaminade è ufficialmente terminato il 3 maggio 2019 con il Comunicato Ufficiale numero 139 della Corte Sportiva d’Appello che ha respinto il ricorso in secondo grado presentato dei molisani in merito alla gara contro l’Eta Beta. Una chiusura di campionato impensabile nove mesi fa. Non disputare i play-off fa male perché perderli meritatamente sul campo fa parte del gioco, essere fuori dalla griglia promozione per un errore tecnico questo va contro i principi dello sport leale. Gli arbitri sono coloro i quali devono garantire il regolare svolgimento di una gara ( prima, durante e dopo il match). La terna arbitrale, anche se smentita dalle immagini, ha confermato la decisione di convalidare il goal irregolare dell’Eta Beta che ha conquistato così i play-off a discapito dei molisani. Senza il supporto delle immagini la Chaminade non avrebbe insistito sull’accaduto. Nell’ultimo Consiglio direttivo i dirigenti rossoblù non hanno escluso di andare avanti su questa vicenda, appellandosi anche alla giustizia ordinaria. Se la coda del torneo di Serie B ha lasciato l’amaro in bocca, così non è per l’intera stagione. Per il sodalizio campobassano questo è stato un anno importante. L’unione con la Primavera Campobasso ha dato vista alla Scuola Calcio Primavera Chaminade, in un anno è stata superata quota 200 iscrizioni. Le selezioni di calcio e futsal si sono ben comportate sui campi molisani. Grande soddisfazione per il settore giovanile, la formazione Under 19 della Chaminade Campobasso ha preso parte al campionato nazionale ed ha conquistato il titolo di squadra rivelazione del girone P. Un nuovo gruppo, molti alla prima esperienza nel futsal, capace di chiudere la stagione al settimo posto. Molti baby rossoblù hanno esordito in serie B.

Bene si è comportata anche la Primavera Chaminade, società satellite che ha preso parte al Torneo regionale di Serie C. La squadra affidata a mister De Michele è nata con il chiaro intento di dare spazio ai tanti tesserati rossoblù e con la possibilità per tutti di conquistare un posto nella Chaminade di serie B e Under 19. Tanti gli appuntamenti collaterali che hanno visto protagonista il club campobassano: La Chami in Piazza, l’Udienza in Vaticano da Papa Francesco, il Torneo I Mister del Futsal oltre alle feste che hanno visto coinvolta la Scuola Calcio.

Per chi in apertura di questo articolo ha potuto pensare che questa sia una stagione da dimenticare per la Chaminade Campobasso è stato smentito, è stato un campionato di crescita e consapevolezza per il club molisano. Tante famiglie e sponsor hanno creduto nel progetto Chaminade Campobasso ed hanno avuto modo di conoscere da vicino lo sport del calcio a 5. Le vicende arbitrali che hanno coinvolto la prima squadra hanno fatto il giro del web, la società ha registrato la solidarietà di tifosi e non e delle istituzioni sportive nazionali e regionali che hanno condiviso e sostenuto la “battaglia” contro l’ingiustizia sportiva subita. Che l’esperienza della Chaminade sia da monito per il futuro, i regolamenti devono essere applicati ma c’è bisogno anche di un sistema che permetta che questi vengano rispettati. Questi sono i motivi per i quali il club ha deciso di continuare la sua attività, formare i giovani e lanciarli nei campionati nazionali, dando l’opportunità a tutti coloro che si avvicinano al futsal di poter avere uno sbocco fuori dai confini regionali. Così è stato per Umberto Caruso, cresciuto nel calcio, la sua prima esperienza nel futsal con la Chaminade. Quest’anno Umberto ha vinto il campionato di serie A2 con il CMB di Grassano e in questa stagione è stato convocato anche nella Nazionale Italia di mister Musti. È questo il calcio a 5 nel quale investe la,a giovani che si impegnano sul campo e cercano di trasformare un sogno in realtà. Non sarà certo una “stagione no” a interrompere l’attività della Chaminade Campobasso. Il primo giugno si aprirà ufficialmente la stagione 2019-2020 con il Campus Estivo, che si svolgerà nell’area sportiva Sturzo. Ad maiora!

PRESS OFFICE Daniela Ziccardi

Commenti Facebook