Calcio a cinque/ La Chaminade impegnata con “I Misteri del…Futsal”

116

Sabato scorso la Chaminade Campobasso ha ottenuto il successo contro il Faventia, la terza vittoria consecutiva e anche il “titolo” di vice-capolista del girone D della serie B. Insomma un fine settimana sicuramente positivo per il club del capoluogo molisano. Nonostante la voglia di tornare in campo sia tanta, questo fine settimana il campionato cadetto osserverà un altro turno di riposo per dare spazio alla Coppa Divisione. Per non perdere il ritmo partita domani alle 17.00 al Pala Selva Piana è in programma la prima edizione del Trofeo “I Misteri del…Futsal” contro il Real Dem, con ingresso libero.

L’evento, organizzato in occasione dei 300 anni dei “Misteri” del Di Zinno, è patrocinato dalla Divisione calcio a 5 e dalla Regione Molise. Un ulteriore attestato di crescita della società del capoluogo che dimostra la propria voglia di legare tradizioni, sport e Marketing Territoriale per la Regione Molise. Mister Pizzuto ed il suo staff stanno preparando fisicamente e psicologicamente la squadra ad un finale di stagione a dir poco intenso. Nel turno precedente la Chaminade Campobasso è stata brava a vincere contro il Faventia e ad approfittare del passo falso del Chieti, sconfitta in casa della capolista Buldog Lucretia, che l’ha fatta scivolare al terzo posto. Sabato 8 dicembre riprende il campionato e in Abruzzo si gioca Chieti – Chaminade Campobasso. Capitan Oriente & Co stanno preparando minuziosamente questa sfida, i punti di vantaggio dai teatini sono due, quindi bisogna lasciare il parquet ospite con un risultato positivo per mantenere la posizione in classifica. Accanto alla preparazione fisica affidata a Walter Brandoni la squadra prepara le gare anche sotto il punto di vista mentale. Nello staff rossoblu lo psicologo Fabrizio Mascioli è un occhio esterno e di supporto a mister Poalo Pizzuto per scegliere la migliore formazione. “Da quest’anno insieme al mister abbiamo pensato di sviluppare le dinamiche di gruppo, i focus attentivi e la gestione dello stress. Oltre alla gestione delle difficoltà che i singoli calciatori possono avere, loro prima di essere professionisti sono persone” così Mascioli ha illustrato il suo ruolo all’interno dello staff tecnico della Chaminade.

La coda del girone di andata prevede solo scontri di alta classifica, dopo la trasferta di Chieti due gare interne al Pala Selva Piana, in ordine: la capolista Buldog Lucrezia e i molisani del Circolo la Nebbia. Le gare si vincono con la tecnica ma anche con la testa e lo sa bene la Chaminade.

PRESS OFFICE (Daniela Ziccardi)

Commenti Facebook