Maturità 2019: le tracce per la prova di italiano

181

Al via questa mattina gli esami di maturità con la prima prova dell’esame di Stato, quella di italiano che prevede sette tracce, divise in tre tipologie (A,B,C).
Le tracce Per la poesia è stata scelta “Il porto sepolto”, di Giuseppe Ungaretti, confluita nel 1942 nella raccolta L’allegria, Questa una delle tracce per la prima prova scritta dell’esame di maturità 2019. “Il porto sepolto” è una breve poesia che porta il titolo della prima e omonima raccolta di Ungaretti,pubblicata a Udine nel 1916.

La poesia, assieme alle altre del Porto sepolto, confluirà poi nella Allegria di naufragi del 1919 e poi nelle successive edizioni della raccolta, diventando una delle più note della poesia ungarettiana. Il titolo del componimento è fondamentale per comprendere il senso della poetica ungarettiana: il porto è infatti simbolo del viaggio introspettivo del poeta alla ricerca del mistero dell’essere umano.

Per la prosa un brano tratto dal romanzo “Il giorno della civetta”di Leonardo Sciascia. Il romanzo racconta la storia di alcuni omicidi commessi dalla mafia e della lotta del comandante dei Carabinieri Bellodi per scoprire la verità ed arrestare i colpevoli. Nel 1968 il regista Damiano Damiani ha tratto un film da questo romanzo.

Tra le tracce di attualità proposte anche una dedicata al campione di ciclismo Gino Bartali, il campione di ciclismo nominato giusto tra le nazioni per aver salvato numerosi ebrei.

L’altra traccia di attualità è dedicata al generale Carlo Alberto Dalla Chiesa martire dello Stato. Il generale ucciso dalla mafia con la moglie Emanuela Setti Carraro. Agli studenti viene chiesto di redigere un elaborato traendo spunto dalla drammatica vicenda attraverso letture e le conoscenze personali.

Commenti Facebook