“LOUIS: Mr JAZZ!” chiude domenica 29 settembre a Colletorto la Tournèe estiva

838

Un successo annunciato dal debutto dello scorso dicembre con un pubblico di esperti che richiedeva per ben tre volte il bis a fine concerto. Definito come un “colpo di genio”, il progetto del M° Roberto Di Carlo non si è fermato mai. Il 30 aprile 2013 si pubblica  primo video per la “Giornata Internazionale del Jazz” indetta dall’Unesco. Il progetto “ Louis Mr. Jazz” viene “sposato” da Corpo Musicale  “don Luigi Marcangione”. Oltre tutte le favolose performaces estive e la  partecipazione a Festival con star di respiro mondiale, diventa una tesi di laurea  che prende il nome dal progetto “Louis Mr. Jazz!”: “La musica degli uomini liberi come strategia educativa”, il cui relatore è stato un musicista noto in tutto il mondo come Marco Zurzolo, ordinario della classe di Jazz del Conservatorio Perosi di Campobasso.

Diffuso dall’Ufficio Scolastico del Molise, il progetto, inoltre,  è sperimentato con successo per seminari nelle scuole e negli atenei. Dopo il tour estivo che si chiude a Colletorto (CB) in occasione delle festività di San Michele /e qui è doveroso un plauso all’agenzia Fattore K promotrice dell’evento e al giovane e brillante comitato festeggiamenti, per la scelta “coraggiosa” di proporre un appuntamento culturale di elevato spessore in un contesto molto spesso relegato alla mera festa popolare/  i “LOUIS Mr. JAZZ!” saranno al lavoro per i seminari scolastici, per un tour nella capitale in autunno e rinnoveranno la proposta  con delle “Christams Song”, del grande repertorio jazzistico, in occasione del Natale. Inoltre, è in cantiere una brillante idea che sarà promossa da figure di spicco del mondo giornalistico italiano, ma di cui ora giace il riserbo assoluto.
Intanto per questo gran finale d’estate, torna il corpo di ballo della “New Step”  formato da : Arianna Di Francesco; Nyreen Di Santo; Francesca Di Lorenzo e Christian Cesinaro, con le coreografie di Paola Lancioni e Americo Di Francesco che hanno lanciato giovani ballerini nelle produzioni più importanti del mondo della danza.
I musicisti:
          Roberto Di Carlo    tromba e voce
Pino De Vivo         sassofono tenore e flauto
Marco Mancini      pianoforte
Danilo De Vivo     basso elettrico
Oreste Sbarra        batteria
I componenti della formazione, tutti professionisti, hanno una forte personalità musicale.
 La loro proposta  vuole essere la riscoperta di una nuova sensibilità artistica ed emotiva, dimostrandola a tutti attraverso il ricordare melodie, ritmi, strumenti, armonie, sonorità della tradizione del jazz sull’eredità di un grande maestro: Louis Armstrong.
Nel progetto musicale : “ LOUIS: Mr JAZZ!”, il quintetto esprime lo studio, la ricerca delle origini e il significato più profondo  che il Jazz esprime.
Attraverso il personaggio, il quintetto di musicisti, presenta un excursus sulla vita di un mito buono, un eroe venuto su dal nulla e diventato ambasciatore della più grande musica del ventesimo secolo: il Jazz.
E, per dirla come Wynton Marsalis: << Non è solo musica, il jazz. E’ anche un modo di stare nel mondo e un modo di stare con gli altri”. Al cuore della sua “filosofia” ci sono l’unicità e il potenziale di ciascun individuo, uniti però alla sua capacità di ascoltare gli altri e improvvisare insieme a loro. Uno stile musicale che è stato creato dai discendenti degli schiavi, ma sa parlare di libertà. E’ figlio della malinconia del blues, ma sa lasciarsi andare alla felicità più pura. Le sue radici sono nella tradizione, ma la sua sfida è la continua innovazione. E anche se vive di tensioni armoniche e ritmiche, ha saputo e sa essere ancora messaggero di pace.>>
In un momento storico, come quello attuale, dove sfrenate corse all’individualismo, vanno necessariamente riviste e limitate, “LOUIS: Mr JAZZ!” altro non è che un sollecito all’ “ascolto dell’altro” nell’accezione più vera e autentica del termine.
…Saper ascoltare è un aspetto fondamentale del processo comunicativo, da considerare come “un gesto d’amore”, verso gli altri, i suoni e la musica.        
                                                                                                             

Commenti Facebook