“Incontra ME.MO” , ciclo di conferenze di storia, arte e archeologia a cura dell’ Associazione Me.MO Cantieri Culturali

1169

L’Associazione Me.MO Cantieri Culturali a.p.s. concessionaria di alcuni spazi all’interno dei Luoghi della Cultura statali del Molise, ha in programma di organizzare un ciclo di conferenze di storia, arte e archeologia dal titolo INCONTRA ME.MO, volto alla conoscenza e alla valorizzazione del patrimonio culturale regionale e nazionale. L’obiettivo degli incontri è quello di far vivere la storia del territorio molisano rapportandolo a quello italiano attraverso temi e ricerche attuali in materia di ricerca storica, di archeologia preventiva, di storia dell’arte; i contributi saranno realizzati da figure specializzate quali studiosi, giovani storici dell’arte,archeologici e professionisti. Per i partecipanti ci sarà la possibilità di conoscere il patrimonio culturale in senso ampio creando un’occasione di conoscenza condivisa, che possa portare a concepire i Luoghi della Cultura come contenitori di paesi e regioni, di storia e sapere. L’Associazione Me.MO Cantieri Culturali a.p.s. chiede dunque la possibilità, di poter svolgere tale attività presso il Museo Sannitico e Palazzo Pistilli di Campobasso e presso il Castello De Capua di Gambatesa e di poter utilizzare per il Museo Sannitico la sala romana per la conferenza e nel Castello di Gambatesa la sala conferenze. Gli incontri coinvolgeranno le sedi del Polo Museale del Molise e il primo appuntamento previsto è per sabato 21 Novembre 2015 (dalle ore 10,30 alle ore 12:00) presso il Museo Sannitico di Campobasso. Proprio in questa sede, infatti, a circa un mese dall’apertura della nuova sezione museale dedicata all’Altomedioevo nel Molise, la Dott.ssa Isabella Marchetta, una dei curatori dell’allestimento, inaugurerà il ciclo di appuntamenti con un approfondimento dedicato alle necropoli altomedievali di Campochiaro recentemente esposte “I morti si nutrono di giudizi, i viventi d’amore*. Pratiche rituali nei funerali di Campochiaro. Dagli oggetti ai concetti”.
L’approfondimento curerà l’aspetto relativo alle pratiche funerarie altomedievali rivelando la duplice natura, pubblica e privata, delle sepolture che raccontano, attraverso la presenza degli oggetti di corredo, la cura dei resti materiali del defunto e la sua rappresentazione come membro di una società. Osservare gli oggetti, capire gli usi e i costumi di queste due generazioni di uomini e donne che hanno abitato la piana di Campochiaro sono gli elementi che ci aiuteranno a svelarne gli aspetti socio-culturali. La dott.ssa Isabella Marchetta, che accompagnerà i visitatori alla scoperta della nuova sezione longobarda del Museo Sanntico, ha partecipato agli scavi della necropoli longobarda di Campochiaro diretti dalla dott.ssa Valeria Ceglia della Soprintendenza per i Beni Archeologici del Molise e che curato insieme al personale della Soprintendenza Archeologica e del Polo Museale del Molise l’allestimento dei corredi tombali nella nuovissima sezione del museo.

Sarà l’occasione, finalmente, per conoscere meglio una parte importante della storiadel territorio molisano, per molti ancora poco conosciuto, attraverso uno dei suoi aspetti più ricchi, gli oggetti che, sottratti al tempo e alle mani di scavatori abusivi, affollano le vetrine del Museo Sannitico. Il museo diventerà un luogo di conoscenza e di dialogo, dove il fascino dell’antico incontrerà il rigore scientifico dell’interpretazione archeologica. All’incontro seguirà una visita guidata con approfondimento didattico curata dall’esperto relatore L’evento è organizzato in collaborazione con il ristorante Monticelli Sapere e Sapori che metterà a disposizione una sala dove sarà possibile prolungare il piacere dell’esperienza solleticando i sensi con un aperitivo regionale e un calice di vino insieme allo staff di Me.MO Cantieri Culturali. Approfondimento + visita guidata 3 euro a persona (prenotazione consigliata) Aperitivo presso il ristorante Monticelli Sapere e Sapori 15 euro (prenotazione obbligatoria)

ME.MO Cantieri Culturali a.p.s.
[email protected]
[email protected] tel. 327.8538671

Commenti Facebook